facebook twitter rss

Il folk de “Li Matti de Montecò”
a Recanati, Trodica e in Toscana

MONTECOSARO - Saltarello, balli e stornelli: le nostre tradizioni varcano anche i confini marchigiani con i numerosi appuntamenti del colorato gruppo
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
377 Condivisioni

Li Matti de Montecò

E’ scoppiata l’estate anche per l’associazione culturale Li Matti de Montecò, attesa da importanti impegni in manifestazioni che si terranno nei prossimi due sabati.  In primis questo del 21 luglio, perché gli adulti ed i bambini che compongono il gruppo folk montecosarese saranno protagonisti sia a Recanati che a Trodica.

Nella città leopardiana prenderanno parte per la prima volta all’AmAnticA Festival che si svolgerà nel piccolo rione di Castelnuovo. Dalle 18 Li Matti de Montecò daranno vita ad un laboratorio di saltarello marchigiano e a seguire l’associazione animerà il centro con folk itinerante, tra balli e stornelli, fino alle 20. Il gruppo dunque porterà i suoi colori, la sua passione per le danze e le tradizioni musicali anche in uno dei festival più seguiti, una due giorni che quest’anno raggiunge la decima edizione.  Alle 21 invece il gruppo dei bambini si esibirà per le vie di Trodica per la festa stile notte bianca “A Trodica non se fa mai notte”. Insomma Li Matti de Montecò questo sabato spazieranno con bravura e versatilità da centri storici a frazioni moderne, da kermesse legate alla tradizione a iniziative più commerciali pensate per far divertire soprattutto i giovani.

Sabato 28 luglio l’associazione interverrà poi al popolare Festival del Folklore di Ronzano organizzato dal comune di Cortona ed arrivato alla 17° edizione. Un appuntamento dedicato alle tradizioni locali, alla buona cucina contadina e al divertimento per tutti. Alle 20.30 si entrerà nel vivo con una gustosa cena contadina sull’aia a base di prodotti della campagna. Nel
frattempo gli stornellatori montecosaresi animeranno la serata diffondendo anche in Toscana le Marche del passato. Un’altra, l’ennesima occasione, utilizzata dall’attivissimo e richiestissimo gruppo folk per far scoprire e valorizzare le tradizioni della comunità. Qualcosa che appartiene al nostro dna e non va perduto, semmai riscoperto e goduto mediante i più piccoli che rappresentano il  futuro.

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X