Il presepe in cucina,
Iginio Melappioni
apre la sua casa

CIVITANOVA - Una passione che diventa occasione di solidarietà con la raccolta fondi per la ricerca sulla fibrosi cistica
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Iginio Melappioni racconta il suo presepe
Iginio Melappioni con sua moglie Bice Sbrascini

Iginio Melappioni con sua moglie Bice Sbrascini

 

(foto e video di Federico De Marco)

Sono arrivati i Re Magi nel presepe popolare di Iginio Melappioni a Civitanova. La sua cucina come ogni anno si è trasformata e ospita il presepe marchigiano composto da una ventina di scenette in movimento della vita di una volta delle campagne civitanovesi e maceratesi. Tra le particolarità che arricchiscono la rappresentazione quest’anno ci sono le statuine con un organetto de “I matti de Montecò” che suona un saltarello, un bimbo con gioca con le costruzioni di legno, la fonte d’acqua potabile che diede il nome a Fontespina, e diverse altre scene rurali. Igino Melappioni, insieme alla moglie Bice Sbrascini, come ogni anno apre le porte della sua casa a tutti i visitatori che diventano sempre più numerosi: “Suonano in continuazione e alcune volte si forma anche la fila sulle scale esterne”.

presepe marchigiano iginio melappioni - re magi - civitanova (13)Il lavoro di Iginio è lungo e meticoloso, nella sua ricostruzione compaiono oltre 200 figure tra persone e animali (alcuni dei quali nascosti in punti “segreti” che solo lui può svelare), e sotto i tavoli passano circa 600 metri di cavi elettrici che collegano 140 lampadine. “Io faccio il presepe – spiega Iginio – da quando ero piccolissimo, mi ha regalato la prima natività mio padre. Gli amici mi hanno quasi costretto a renderlo pubblico per farlo vedere a tutti. La cosa più importante è che tutte le offerte che riceviamo vengono interemente donate a due associazioni molto importanti come Ant e Lifc per la ricerca sulla fibrosi cistica”. La chicca finale, che fa uscire una lacrima a Iginio tanta è la commozione e la passione, è celata nella voce dell’angioletto che raccoglie le offerte: è quella di una bambino malato che ringrazia. Il presepe sarà visitabile fino al 2 febbraio in via Marco Polo 36.

presepe marchigiano iginio melappioni - ulivo - civitanova (9)


presepe marchigiano iginio melappioni - re magi - civitanova (12)

presepe marchigiano iginio melappioni - nativita - civitanova (1)

presepe marchigiano iginio melappioni - matti de monteco' - civitanova (2)

presepe marchigiano iginio melappioni - lenticchia di castelluccio - civitanova (7)

presepe marchigiano iginio melappioni - fonte di fontespina - civitanova (4)

presepe marchigiano iginio melappioni - civitanova (11)

presepe marchigiano iginio melappioni - civitanova (10)

presepe marchigiano iginio melappioni - civitanova (6)

presepe marchigiano iginio melappioni - civitanova (3)

presepe marchigiano iginio melappioni - brocche - civitanova (5)

presepe marchigiano iginio melappioni - bambino con costruzioni di legno - civitanova (8)

presepe marchigiano iginio melappioni - angelo offerte - civitanova (15)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X