Una piccola Betlemme
nel borgo di Ficana

MACERATA - Un viaggio indietro nel tempo nel quartiere di case di terra. Tanta gente per il presepe vivente. (LE FOTO)
- caricamento letture

(In alto la galleria fotografica)

presepe vivente ficana 2016 foto ap (38)

 

di Federica Nardi

(foto di Andrea Petinari)

Mestieri, tipicità e pecorelle. Il borgo di case di terra di Ficana, nel quartiere Santa Croce di Macerata, si è trasformato per un pomeriggio in una piccola Betlemme. Sono quasi le 16 quando il sipario rosso posto all’ingresso del borgo si apre per dare il benvenuto ai visitatori. In fila già dalle 15, famiglie, curiosi e tanti bambini, circondati da guardie romane vestite di tutto punto, si lanciano alla scoperta delle ricostruzioni, semplici ma evocative, dei mestieri tipici del presepe. Le verduraie, il macellaio, i pastori con tanto di pecorelle e maremmano (“veri pastori”, come indica il cartello). C’è chi si improvvisa fabbro o boscaiolo e chi invece dà sfoggio di grande abilità, come l’uomo che intreccia i cesti di paglia, la massaia che offre la polenta al sugo di cinghiale o l’oste che mesce un caldo vin brulè, buono e confortante in un pomeriggio segnato dal gelo. Ogni angolo riserva una sorpresa, fino al cuore del borgo, dove sorge la capanna della sacra famiglia.

presepe vivente ficana 2016 foto ap (25)Lì, a trattenere gli sguardi di grandi e piccini, oltre alla ricchezza delle vesti dei Magi che sfilano per offrire doni a Gesù (una bambina di pochi mesi, in braccio alla sua mamma e al suo papà che impersonano Maria e Giuseppe per l’occasione), sono un grande bue e un asino. Presenze bonarie e insolite che rendono il presepe vivente ancora più reale. Ma non c’è bisogno di grande recitazione in questa rievocazione che per il terzo anno, grazie all’impegno dei volontari della parrocchia Santa Croce di Macerata, anima il borgo di case di terra. Ogni tanto la musica gracchia dagli altoparlanti, o il vociare delle persone sovrasta il racconto del viaggio e della nascita di Gesù che accompagna in filodiffusione la visita. Ma è innegabile che ad aggirarsi per le vie del borgo sia un autentico spirito natalizio, fatto di sapori, tradizione e condivisione di una storia che, sempre uguale da millenni, è ancora oggi in grado di trasformare la nascita di un bambino in un momento di riflessione e incanto.

presepe vivente ficana 2016 foto ap (20)

presepe vivente ficana 2016 foto ap (18)

La sacra famiglia nella capanna

presepe vivente ficana 2016 foto ap (26)

Don Alberto Forconi, parroco di Santa Croce

presepe vivente ficana 2016 foto ap (29)

Il tempio di Erode

presepe vivente ficana 2016 foto ap (40)

presepe vivente ficana 2016 foto ap (33)

presepe vivente ficana 2016 foto ap (3)

presepe vivente ficana 2016 foto ap (11)

presepe vivente ficana 2016 foto ap (31)

presepe vivente ficana 2016 foto ap (13)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X