Dipendente delle Poste sparito nel nulla,
l’ultima traccia a Porto Recanati

MACERATA - Da mercoledì Maurizio Angeletti si è allontanato da casa con la sua auto, ha detto che andava al lavoro e invece è sparito. Era il primo giorno dopo che era stato assente per 3 mesi per malattia. Il suo cellulare ha agganciato una cella telefonica sulla costa dove ora si concentrano le ricerche
- caricamento letture
L'ufficio postale di via Gramsci

L’ufficio postale di via Gramsci

Dipendente delle Poste scomparso da mercoledì mattina, l’ultima traccia di Maurizio Angeletti, 61 anni di Macerata, a Porto Recanati dove il suo cellulare ha agganciato una cella telefonica, poi più nulla. Per coordinare le ricerche oggi si è svolto una tavolo tecnico in prefettura cui hanno partecipato le varie forze dell’ordine e i vigili del fuoco (leggi l’articolo). Angeletti, che già in passato si sarebbe allontanato da casa senza dare notizie, ma solo per alcune ore, mercoledì mattina ha preso la sua auto, una Ford Fiesta di colore azzurro, dicendo alla madre, con cui vive in via Pace, che andava al lavoro (era il primo giorno dopo che era stato assente tre mesi per malattia). Ma alle Poste centrali di Macerata, appunto dove lavora, non si è visto. Già era parso insolito alla madre che Angeletti avesse preso l’auto perché di solito in ufficio ci va a piedi. Quando la donna non ha visto rientrare il figlio ha deciso di chiamare i carabinieri. Anche perché l’uomo soffre di una patologia che necessita che assuma dei farmaci, medicinali che però quando è uscito l’uomo non ha portato con sé. Le ricerche sono in corso e si stanno concentrando verso la costa dove il cellulare di Angeletti ha agganciato una cella telefonica di Porto Recanati (questo mercoledì). Da quel momento però il telefono del dipendente postale non avrebbe lasciato altre tracce, probabilmente perché spento. Oltre alle forze dell’ordine, che hanno disposto il piano provinciale di ricerche per gli scomparsi, si sta interessando alla vicenda anche l’associazione Penelope, che si occupa di sostenere le famiglie di persone che sono sparite da casa. L’associazione cercherà, come già in molti altri casi nel passato, di aiutare la famiglia di Angeletti dandole tutto il sostegno possibile. Angeletti in passato era stato sposato, una relazione che si era conclusa diversi anni fa. Chi lo conosce dice che ama molto il mare e che è un bravissimo nuotatore.

(Gian. Gin.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X