Furto di canali di rame
Colpita una bocciofila

CINGOLI - Nel mirino dei ladri la struttura di via Cerquatti. Il valore del materiale portato via, all'esterno dell'edificio, è di quasi 9mila euro. Per rubare sono stati fatti danni di 15mila euro. Si cercano i responsabili attraverso le telecamere
- caricamento letture
L'entrata della bocciofila e del dream cafè

L’entrata della bocciofila e del dream cafè

Particolare dei danni causati dalla bruta rimozione dei canali di rame

Particolare dei danni causati dalla bruta rimozione dei canali di rame

 

di Leonardo Giorgi

Una refurtiva da quasi 9mila euro e un totale complessivo dei danni che supera i 15mila. È questo il valore del furto di cinque quintali di rame ai danni dell’edificio della bocciofila cingolana in via Cerquatti, che comprende nei suoi spazi anche il Dream Cafè, bar di proprietà del giovane imprenditore locale Lorenzo Ciciliani. Qualcuno ha rubato i canali di scolo per l’acqua, fuori dall’edificio, fatti appunto di rame. Il titolare si è accorto domenica, nel piovoso pomeriggio, avvisato dai clienti. Alcuni frequentatori della bocciofila hanno notato che l’acqua si stava infiltrando all’interno del locale e, usciti all’esterno per controllare i motivi delle perdite, hanno notato l’assenza di tutti i canali, esclusa la grondaia nella parete frontale dello stabile. «Se non fosse stato per la pioggia – commenta Tamara Ortolani, barista, 27 anni, del Dream Cafè – chissà quando ce ne saremmo accorti. Un furto assurdo per valore della refurtiva e per modalità, difficile che sia stato completato in una sola notte e senza l’aiuto di più persone e di almeno un mezzo pesante. Incredibile come nessuno nel quartiere si sia accorto di niente, sono pur sempre cinque quintali di materiale». Difficile stabilire quanto sia avvenuto il furto. «Non ci sono elementi per stabilirlo – continua la ragazza – magari i ladri hanno approfittato del trambusto dell’ultimo periodo per via del grande via vai di clienti che abbiamo avuto grazie alle amichevoli che la squadra del Pescara ha giocato nel vicino stadio Spivach, ma sono solo ipotesi. Con ogni probabilità i costi di riparazione saranno tutti a carico nostro e della bocciofila, anche se c’è ancora la possibilità che la telecamera di sorveglianza davanti l’entrata del bar abbia registrato immagini importanti per le indagini».

che indichino il giorno o la notte esatta in cui i canali sono stati trafugati. M

Una delle tre pareti esterne dall'edificio da cui sono stati trafugati i canali

Una delle tre pareti esterne dall’edificio da cui sono stati trafugati i canali



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X