Un sabato con Erri De Luca
e l’antisemitismo di Heidegger

CIVITANOVA - Nazismo e Quaderni neri. Domani Vattimo, Fusaro e Di Cesare dialogano sul più controverso filosofo del ‘900
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
troli_fusaro_dilupidio

Troli, Fusaro, Di Lupidio

Parole scandalose, provocatorie, imbarazzanti. A Futura arrivano pensieri nazisti, antisemiti. Sono quelli di Heidegger e degli inediti “Quaderni neri” che hanno diviso il mondo dei pensatori attorno alla figura del filosofo del ‘900. Chi da vicino ha vissuto questo choc filosofico è Donatella Di Cesare protagonista assieme a Gianni Vattimo e Diego Fusaro dell’atteso incontro di domani alle 23. Ed è proprio la prof.ssa di Filosofia teoretica alla Sapienza che dalle colonne del Corsera di oggi ha anticipato il suo intervento a Futura Festival, abbattendo un tabù: Heidegger era antisemita. La Di Cesare però non dà un giudizio etico alla questione e non rimane imbarazzata dalle idee del pensatore tedesco. Lontana dal riabilitarle parla di un antisemitismo “metafisico” a cui è attribuito un rango filosofico. “Heidegger si interroga con la scrupolosa radicalità con cui i tedeschi compiono anche gli errori più eclatanti. Ma questo non implica una critica o un ripensamento. Heidegger fa corpo con il popolo tedesco. Non c’è traccia di distanza neppure di fronte alle prove dei crimini”, scrive la Di Cesare. Lo scandalo per Heidegger non fu lo sterminio, ma “quello di cui è vittima la Germania, alla quale è stato impedito di compiere la sua missione nella storia”. Sicuramente un incontro da non perdere, come immancabile è pure l’appuntamento delle 21,30 con scrittore Erri De Luca, per la seconda volta a Civitanova, stavolta come pensatore e come critico della parola. L’autore, napoletano di origine e con l’amore per la  montagna, capace di un lessico sferzante e tenero, viene intervistato da Paolo Di Paolo proprio sul futuro delle parole. E chi meglio di lui che, proprio per una parola, si trova imputato per la vicenda Tav, un caso giudiziario diventato il pamphlet La parola contraria.

 Il programma di domani primo agosto parte come sempre con la scienza: alle 17,30 al Teatro Annibal Caro il fisico Lucia Votano spiega cosa sia il fantasma dell’universo, ovvero il neutrino, elemento camaleontico che viaggia indenne attraverso la materia da prima del Big Bang ad oggi. Alle 18 Donatella Di Cesare assieme al filosofo Diego Fusaro, gradito ritorno al Festival cerca di spiegare dove trovare e in chi, l’eredità illuministica kantiana. Alle 18,30 al cortile dell’ex liceo, Pietro Greco, giornalista scientifico e autore di programmi tv dialoga con Lucia Votano su cultura e scienza. Alle 19, al chiostro di Sant’Agostino Filippo La Porta, coordinatore di sezione, si cimenta nelle vesti inedite di pensatore con la lectio dedicata alle parole del cambiamento e, dopo i giovani laureandi e dottorandi, a lui è affidato il concetto di “maturità”. È uno spettacolo di musica e parole, da lasciare senza fiato, quello previsto alle 19 al Teatro Annibal Caro, dove il linguista Massimo Arcangeli incontra Lorenzo Di Bella. Ne nasce  un recital dedicato a Dante, con la poesia della Divina Commedia che incontra le note di Liszt. Lo spettatore può successivamente assistere ad una sorta di traduzione in musica del mito di Ero e Leandro. I laboratori per bambini offrono in questo sabato grande varietà di attività: alle 18 e alle 21 al chiostro di San Francesco costruzione e programmazione di robot a cura di Talent, alle 18,30 e alle 21,30 sempre nel chiostro i laboratori di chimica e fisica del Festival di Foligno. Alle 18,30 al cortile ex liceo Unicam spiega come nasce una cometa e torna alle 18,30 nel giardino della pinacoteca il percorso olfattivo di Mauro Malatini. Alle 21,15 sempre nel giardino “giochiamo insieme”, con giochi linguistici e logico matematici animati da Ennio Monachesi, un recital spettacolo sull’umorismo che rivela il lato sciocco delle cose serie, e alle 23 con le parole alle stesse per l’osservazione al telescopio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X