Mister Morreale crede nel Trodica
“Per evitare i play out
servono due vittorie”

ECCELLENZA - Il tecnico: "Credo nella salvezza diretta". Domenica scontro diretto contro la Vigor Senigallia
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Renzo Morreale, allenatore del Trodica

Renzo Morreale, allenatore del Trodica

di Marco Cencioni

«Dobbiamo battere la Vigor Senigallia e poi guardare cosa è successo sugli altri campi: vincere lo scontro diretto è la nostra priorità». Renzo Morreale, mister del Trodica, non usa giri di parole. E’ chiaro il messaggio che spedisce ai suoi giocatori, sa di non avere alternative. «Per evitare i playout occorre ottenere due successi in altrettante gare e sono convinto che abbiamo tutte le carte in regola per farlo – sottolinea il mister – Credo alla salvezza diretta, abbiamo grosse possibilità di centrarla. Ovvio che dipendiamo anche dai risultati delle squadre che ci precedono ma non possiamo prescindere dal raccogliere il massimo dei punti disponibili». Come dare torto al tecnico, la classifica parla chiaro. Il Trodica si trova a quota 30, a meno due dalla zona tranquilla, occupata dall’Atletico Alma e dall’Urbania. Battere al “San Francesco” i rossoblu di Giuliani, distanti tre lunghezze e terzultimi in classifica, vorrebbe dire sperare di agganciare ( e quindi superare per via degli scontri diretti favorevoli) almeno una delle due contendenti, per poi giocarsi tutto negli ultimi novanta minuti con la sicurezza di essere padroni del proprio destino. «Le chiacchere comunque stanno a zero: se non vinciamo la partita dopo la sosta non possiamo poi sperare di evitare gli spareggi – sentenzia il mister biancoceleste – Per ottenere i tre punti contro la Vigor, che ha il nostro stesso obiettivo, dovremo dare il massimo e ci stiamo allenando con tanto impegno, vigore ed intensità proprio per raccogliere l’intera posta in palio. E’ una contesa decisiva, ma abbiamo la consapevolezza che dipende tutto da noi». Consapevolezza rinforzata dal ritorno alla successo dopo ben 16 turni di digiuno. «Quella contro il Portorecanati è stata una vittoria salutare sotto l’aspetto psicologico, stavamo vivendo un incubo – afferma Morreale – Nonostante il punteggio dica il contrario non è stato facile avere la meglio sull’avversario, siamo stati bravi ad approcciare il confronto al meglio. Tornare a sorridere dopo tanto tempo ti da un’iniezione di energia e aumenta l’autostima. Dopo i primi due gol la squadra ha preso ancor più forza, è stato come toglierci un peso». Ritrovato il giusto spirito per affrontare questo complicato finale di stagione il Trodica dovrà, quindi, proseguire la strada intrapresa nell’ultimo turno e sperare in risultati positivi dagli altri campi per evitare i playout. «Tutta la qualità che abbiamo prima o poi doveva venire fuori – commenta l’allenatore – Ora che ci siamo avvicinati alla salvezza diretta ci crediamo ancor di più. Siamo già proiettati al prossimo match e spero che Tolentino e Portorecanati (impegnate rispettivamente contro Atletico Alma ed Urbania, ndr) ci facciano e si facciano un bel regalo. Se ciò avverrà dovremo essere bravi a scartarlo – sorride Morreale – Mi auguro che ciò avvenga e che tutta la passione con cui lavoriamo venga ripagata».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X