Tolentino, l’idea di mister Clementi
“I nostri tifosi saranno decisivi
per la promozione in D”

ECCELLENZA - A due giornate dalla fine del campionato i cremisi sono in vetta a pari punti con la Folgore
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Aldo Clementi, allenatore del Tolentino

Aldo Clementi, allenatore del Tolentino

di Marco Cencioni

Guardare avanti. Il tecnico del Tolentino Aldo Clementi, dopo la sconfitta nel derby contro il Corridonia, ha ripetuto ai suoi ragazzi queste due parole all’infinito. E lo ha fatto perché consapevole che perdere un sfida così sentita ed importante in casa, quando anche il “semplice” pareggio avrebbe permesso ai crèmisi di staccare la Folgore Falerone Montegranaro a 180 minuti dal termine del campionato, non può essere la fine del mondo. Non lo può essere perché il contemporaneo capitombolo in terra pesarese dell’avversario per l’accesso diretto alla serie D lascia la classifica immutata, non lo può essere perché Minopoli e compagni hanno sempre dimostrato, durante tutta la stagione, di sapersi rialzare per combattere con quel carattere che solo le grandi squadre hanno. Ma, soprattutto, niente è perduto perché il calendario metterà di fronte le due contendenti il 19 aprile al “Della Vittoria” e, come ipotizzato da tanti l’estate scorsa, la vincente del massimo torneo regionale si deciderà all’ultimo secondo dell’ultima fatica. «Abbiamo perso una partita, non un’occasione: andiamo avanti per la nostra strada – afferma l’allenatore senigalliese – La sconfitta, comunque, va sempre analizzata. Noi non cerchiamo mai alibi. Occorre onestà nei confronti della competizione, la stessa con la quale abbiamo commentato ogni gara. Ci siamo assunti le responsabilità quando le cose non sono andate come volevamo e continueremo a farlo. Abbiamo commesso degli errori, non siamo stati bravi a capitalizzare quanto creato e siamo stati ingenui, per usare un eufemismo, in occasione dei gol subìti. Detto ciò siamo, però, consapevoli di aver dato tutto quello che avevamo, come abbiamo sempre fatto, e che continueremo sino alla fine a farlo. Riconosciamo il giusto merito al Corridonia, ma il risultato è già andato nell’archivio: siamo primi in classifica, non possiamo di certo fasciarci la testa prima di sbatterla». Chiaro, diretto, sincero. Aldo Clementi non usa mai giri di parole. E non lo fa nemmeno quando si tratta di parlare dell’immediato futuro. «Il nostro pensiero è già alla sfida contro l’Atletico Alma e non può essere altrimenti – dichiara il mister – Siamo concentrati solo su questo confronto, per noi è una partita chiave. Fare risultato a Fano è la cosa più importante e stiamo lavorando esclusivamente per farci trovare pronti e raggiungere il nostro obiettivo». Il tecnico, infine, vuole ringraziare i tifosi, tornati in massa ad incitare la squadra. «Il pubblico ci è stato molto vicino ultimamente, devo dire che è un fattore troppo importante per noi. Il calore dei nostri sostenitori sarà fondamentale nelle prossime due gare, così decisive: spero che riusciremo a regalare una grande soddisfazione a tutti coloro che amano il Tolentino».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X