Amatori Corridonia – Fiuminata:
tutto da rifare

PRIMA CATEGORIA - Respinto il ricorso della società dell'entroterra, la gara si dovrà rigiocare in una data da decidere
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Giudice Sportivodi Sara Santacchi

Si dovrà rigiocare la partita Amatori Corridonia – Fiuminata, andata in scena il 3 gennaio e valida per la prima giornata del girone di ritorno del campionato di Prima categoria, girone C. Tutto da rifare. Ancora da decidere la data. La partita era stata sospesa al 48′ della ripresa (al terzo degli otto minuti di recupero) dopo che il direttore di gara Caponi di San Benedetto dichiara che non ci sono le condizioni per continuare. Diverse le incognite sulla gara. Sulla sponda del Fiuminata, riportano che l’attaccante Okere abbia sferrato un colpo al portiere avversario Jacopo Ruggeri. Dall’altra, l’Amatori Corridonia che recrimina una atteggiamento scorretto da parte degli ospiti. Il ricorso è stato immediato da parte della società del presidente Stella e oggi arriva la decisione del giudice sportivo: la partita è da ripetere. In particolare si riporta: “Esaminato il referto arbitrale con allegato supplemento si evince che in effetti, dopo la concessione del calcio di rigore a favore della soc. Amatori Corridonia il portiere della soc. reclamente stramazzava a terra non individuando l’arbitro il colpevole del gesto violento perpetrato nei confronti dello stesso. Si legge sempre nel supplemento che dopo le cure prestate dai militi dell’ambulanza intervenuta il calciatore colpito riprendeva il proprio posto neutralizzando tra l’altro la massima punizione concessa. Immediatamente dopo, pur se il calciatore colpito manifestava uno stato confusionale, il proprio allenatore non provvedeva alla sua sostituzione e l’arbitro, concessi 8 minuti di recupero, interrompeva ancora una volta il gioco per sincerarsi delle condizioni del calciatore. In tale frangente, a dire dell’arbitro, i 22 calciatori partecipanti alla gara venivano a diverbio con toni accesi e l’arbitro, preso atto che solo alcuni giocatori mostravano interesse per proseguire l’incontro, ne decretava la fine anticipata per “mancanza delle condizioni minime per concludere la gara in sicurezza”.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X