Sospetto caso di ebola,
scatta l’allarme in aeroporto

FALCONARA - Forze dell'ordine, personale sanitario e vigili del fuoco hanno presidiato lo scalo già dalle 14 in attesa dell'arrivo di un volo della Ryanair dall'aeroporto di Bruxelles (partito da Charleroi) . Atterrato alle 20.05, aveva a bordo un membro della logistica di Emergency rientrato a casa dopo un periodo trascorso in Guinea, in Africa, vicino alla popolazione a rischio della febbre emorragica e che ha causato già migliaia di vittime. Un uomo tra i 35 e i 40 anni, residente nella Vallesina. Un falso allarme
- caricamento letture
Il sospetto caso di ebola che riguardò una donna di Civitanova alcuni mesi fa portata poi all'ospedale di Ancona

Il sospetto caso di ebola che riguardò una donna di Civitanova alcuni mesi fa portata poi all’ospedale di Ancona

Massima allerta all’aeroporto di Falconara, il Raffaello Sanzio, questa sera, per l’arrivo di un sospetto caso di ebola. Forze dell’ordine, personale sanitario e vigili del fuoco hanno presidiato lo scalo già dalle 14 in attesa dell’arrivo di un aereo della Ryanair dall’aeroporto di Bruxelles (partito da Charleroi) . Il volo in questione, atterrato alle 20.05, aveva a bordo un membro della logistica di Emergency rientrato a casa dopo un periodo trascorso in Guinea, in Africa, vicino alla popolazione a rischio della febbre emorragica e che ha causato già migliaia di vittime. Un uomo tra i 35 e i 40 anni, residente negli Stati Uniti ma con parenti in Vallesina. Lo scalo era stato preallertato secondo i protocolli di sicurezza. Arrivato l’aereo il personale sanitario è salito a bordo tranquillizzando i passeggeri che durante la tratta sembra non siano stati avvisati. Il membro di Emergency, che non è un medico stando alle prime notizie, non presentava i sintomi del virus ma è stato comunque sottoposto ai controlli medici. Preso in consegna dai sanitari non aveva febbre e nemmeno gli altri sintomi della malattia. Per sicurezza i controlli sono stati estesi anche al resto dei passeggeri che con lui avevano condiviso la tratta. Un pò alla volta sono stati fatti scendere e tornare a casa. Le procedure fino alle 21 erano ancora in corso ma in via di risoluzione. Il collaboratore di Emergency dopo la visita sanitaria ha raggiunto l’ingresso ai controlli interni all’aeroporto prendendo poi la direzione di casa. Non è stato disposto nessun ricovero in ospedale.

(Mar.Ve.)
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X