Sedicenne scomparsa da venerdì,
spunta un biglietto comprato per Roma

CIVITANOVA - Ana Maria, una volta giunta a Macerata, avrebbe preso il pullman per la capitale dove era stata la scorsa settimana in gita scolastica. Proseguono le ricerche dei carabinieri
- caricamento letture
Ana Maria Di Toro, la 16enne scomparsa da casa

Ana Maria Di Toro, la 16enne scomparsa da casa

 

di Laura Boccanera

Sarebbe andata a Roma Ana Maria di Toro Sacchi, la 16enne scomparsa dalla casa di Civitanova Alta in cui vive assieme ai genitori (leggi l’articolo). Venerdì scorso si sarebbe dovuta recare a scuola, all’istituto agrario di Macerata, ma in classe non è mai arrivata. I carabinieri che stanno svolgendo le indagini stanno seguendo una pista che porterebbe proprio nella capitale. La ragazzina infatti, una volta giunta in pullman a Macerata, avrebbe acquistato un biglietto della corriera di sola andata per Roma. Questo risulterebbe dalle immagini di videosorveglianza. Dal momento della scomparsa però nessuno ha più sue notizie: il telefono è rimasto a casa e con sé non dovrebbe avere molto denaro. Ana Maria non ha mai neanche fatto accessi su Facebook alla sua pagina personale dove in queste ore si stanno moltiplicando i messaggi di solidarietà alla famiglia e gli appelli alla ragazza affinchè torni a casa. Dall’analisi delle conversazioni con le sue amiche non sono però emerse novità di rilievo. Non si sa ad esempio se Ana Maria abbia raggiunto Roma per incontrare qualcuno o se la meta sia del tutto casuale, sempre che a Roma sia arrivata. Il biglietto acquistato aveva come terminal quello di Piazzale Clodio. La città capitolina era stata la meta di una gita scolastica: Ana Maria vi era stata appena due giorni prima della scomparsa: “A Roma però non conosciamo nessuno – riferisce la mamma – i professori ci hanno assicurato che in gita (un solo giorno ndr) non si è mai allontanata, è sempre stata con amici e professori. Nessuno di noi, né le sue compagne di classe, né i docenti si sono accorti di un suo eventuale malessere o che potesse essere strana per qualcosa”. Tutti i conoscenti e le persone vicine sono state ascoltate, ma dall’analisi non sono emersi particolari rilevanti ai fini dell’indagine che è coordinata dalla Procura. Ana Maria è di origine colombiana ed è stata adottata a 10 anni, quando ha raggiunto la sua famiglia adottiva in Italia. I carabinieri riferiscono che la 16enne già un paio di anni fa si era allontanata per mezza giornata senza avvertire i genitori. Una piccola fuga durata solo qualche ora in giro per le strade del centro di Civitanova.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X