Salta la pista di pattinaggio,
scoppia la polemica

MATELICA - Il sindaco Delpriori: "Paghi chi lo ha sempre fatto". Roberta Nocelli, vicepresidente del Fabiani Calcio e responsabile del progetto: "Il Comune ci ha chiuso la porta in faccia"
- caricamento letture
La pista di pattinaggio di Matelica

La pista di pattinaggio di Matelica

di Monia Orazi

E’ la pista di pattinaggio sul ghiaccio, la grande assente delle manifestazioni natalizie di Matelica. Ogni anno, per cinque anni di fila, “Matelica on ice”, è stata montata in città, prima in piazza Mattei, poi a piazzale Gerani, su iniziativa della società Fabiani Calcio. Quest’anno il montaggio è saltato, la pista è custodita in un capannone della società, nonostante richieste per montarla a Fabriano e Castelraimondo. Sono puntualmente scoppiate le polemiche con un serrato botta e risposta via Facebook, tra il sindaco Alessandro Delpriori e la vicepresidente della società Fabiani Calcio, Roberta Nocelli, riguardo al mancato allestimento della pista che iniziava la sua attività l’8 dicembre per poi chiudere il giorno dell’Epifania. “Solo perché la gente chiede, pubblicheremo anche le lettere protocollate in merito e faremo la comunicazione del caso. La famosa pista di pattinaggio ha avuto tutte la autorizzazioni che sono state richieste: lo spazio di piazzale Gerani, il non pagamento della Tosap con il conseguente mancato introito del Comune per l’occupazione del parcheggio. La società Fabiani chiedeva anche il completo pagamento dell’energia elettrica da parte del Comune – scrive il sindaco Delpriori – Posto che il Comune non può in alcun modo dare soldi pubblici per un’attività privata che non è gratuita, ho personalmente controllato e ho verificato che le spese per l’energia non sono mai state pagate dal Comune, per cui ho negato questa e solo questa richiesta”.

Il sindaco Alessandro Delpriori

Il sindaco Alessandro Delpriori

Il sindaco spiega poi di essere stato chiamato e di aver dato tutte le spiegazioni del caso. “Se negli scorsi anni la bella attività della pista di pattinaggio a piazzale Gerani aveva l’investimento coperto da privati che liberalmente contribuivano, lo stesso poteva essere fatto anche quest’anno senza dover chiedere soldi pubblici al Comune che, come detto, non può in alcun modo erogare finanziamenti ad attività private a pagamento – conclude il sindaco di Matelica – l’autorizzazione è stata data e se la pista quest’anno non è installata è solo per il volere della proprietà della stessa, la piazza è ancora a loro completa disposizione”.
Non ci sta a quanto affermato dal primo cittadino, Roberta Nocelli, vicepresidente del Fabiani Calcio e responsabile della pista “Matelica on ice”. “Questa è un’associazione come altre che il Comune sovvenziona o non è vero? Questa non è un’attività privata, è un’associazione sportiva e Matelica On Ice è una manifestazione di interesse pubblico – spiega Nocelli – tutti i comuni che hanno istallato la pista hanno dato un contributo nella misura che hanno ritenuto opportuno. Questa manifestazione non è di suo interesse lo abbiamo capito tutti. La sua risposta è stata: la corrente la può pagare la persona che lo ha sempre fatto”.

Roberta Nocelli

Roberta Nocelli

La vicepresidente Nocelli ha poi pubblicato una serie di delibere di alcuni Comuni, su Facebook, in cui Civitanova, Fabriano, Cingoli, Sarnano concedono contributi alle piste di pattinaggio. “Queste sono scelte, giuste o sbagliate. Ma non ci venga detto che non abbiamo voluto fare una manifestazione per capriccio o ripicca. L’amministrazione ha scelto di impegnare il denaro in altre cose, nessuno lo sta contestando, ma sono scelte, se ne assuma la responsabilità punto e basta – prosegue la vicepresidente – se il Sindaco invece di rispondere che la corrente la doveva pagare la persona che lo ha sempre fatto, mi avesse scritto che c’erano problemi economici, ma che si sarebbe impegnato per cercare aiuti e fondi affinché si potesse realizzare a quest’ora con l’impegno e la partecipazione di tutti come negli anni passati, la pista sarebbe stata a piazzale Gerani come sempre”.
Tanti cittadini sul social network Facebook hanno chiesto se ci siano altri modi di finanziare la pista: “Abbiamo chiesto un contributo al Comune, è vero negli anni passati non lo abbiamo fatto. La vecchia amministrazione nonostante avesse problemi come ora, ha sempre creduto in questa manifestazione, e si è impegnata insieme a noi alla ricerca di fondi che non fossero pubblici, proprio per non dare modo alle persone modo di pensare che venissero usati per favorire un’associazione legata ad un assessore – conclude Nocelli sul gruppo Facebook dedicato a Matelica on ice – Quest’anno, l’amministrazione ha chiuso la porta, senza un minimo di collaborazione. Sono io la prima ad essere dispiaciuta, ma purtroppo la crisi è nera davvero e avremmo avuto bisogno del sostegno di tutti per realizzare di nuovo la pista, in primis del Comune proprio perché questo evento anima tutta la città e porta beneficio a tutti. Spero che l’anno prossimo ci sia più partecipazione e comprensione”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X