Maceratese sempre più capolista
D’Antoni croce e delizia a Pesaro

SERIE D - I biancorossi vincono 2 a 0 contro la Vis e si portano a più quattro dalla seconda. Il bomber prima segna, poi sbaglia un rigore e alla fine si fa espellere per proteste al 91' dopo la sostituzione
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
L'espulsione di D'Antoni

L’espulsione di D’Antoni

Mister Beppe Magi

Mister Beppe Magi

La Maceratese torna da Pesaro col bottino pieno. Contro il fanalino di coda del campionato di serie D è stata più dura del previsto per la capolista. A sancire il 2 a 0 finale sono state le reti di D’Antoni (con chiara deviazione di Fabbri) a fine primo tempo e Ferri Marini nella ripresa. I ragazzi di Magi hanno dimostato ancora una volta una tenuta difensiva solidissima, degna di una squadra prima in classifica con quattro punti di vantaggio sul Matelica secondo. A lasciare di stucco è invece l’atteggiamento mentale dei ragazzi biancorossi: dopo il rosso rimediato da Kouko a Jesi costato tre giornate arriva dal Benelli il rosso diretto di D’Antoni per proteste sul 2 a 0 e dopo la sua sostituzione. In considerazione del fatto che domenica all’Helvia Recina ci sarà il big match Maceratese-Campobasso sarebbe stato opportuno un atteggiamento migliore, dato che nella più ottimistica delle ipotesi i biancorossi dovranno fare a meno del suo bomber in una delle sfide chiave del girone d’andata. L’errore dal dischetto, per di più sul 2 a 0, ci può stare ma questi atteggiamenti non collimano minimamente con una squadra che vuole vincere il campionato.

Vis Pesaro-Maceratese (1)

LA CRONACA – Nel primo quarto d’ora succede poco. Al 17′ è la Maceratese a sfiorare la rete con D’Antoni: la bella conclusione del bomber ospite viene mandata in corner dal portiere Teodorani. Al 23′ buona opportunità per i locali con De Iulis ma il suo tentativo si spegne di poco sul fondo. Al 30′ la Vis reclama un rigore per un presunto fallo su De Iulis ma il direttore di gara sorvola mandando su tutte le furie i locali. Il gol del vantaggio della Maceratese arriva al 46′: conclusione di D’Antoni e sfera che colpisce la schiena di Fabbri con Teodorani che viene messo fuori causa. Dopo 2′ di recupero il direttore di gara manda tutti negli spogliatoi. Nella ripresa i biancorossi tengono bene il campo e al 32′ riescono a raddoppiare con il neo entrato Ferri Marini. Ottima l’azione di De Grazia e l’esterno offensivo bravo nel finalizzare la manovra. Al 90′ occasione per il tris ma dal dischetto D’Antoni si fa ipnotizzare da Teodorani. Dopo essere sostituito lo stesso attaccante rovina la domenica della Maceratese andando a rivolgere qualche parola di troppo alla panchina locale e per lui c’è l’espulsione.

il tabellino:

VIS PESARO (4-4-2): Teodorani; Fabbri, Vagnini, Brighi, G.Dominici; Rossi (85′ Rossini), Rossoni, Granaiola, Bugaro; Evacuo (78′ Bartolucci), De Iulis. A disp.: Osso, Pangrazi, Bartolucci, Rosati, Torelli, Vita, Bottazzo, Conaj, Rossini. All. Bonvini.

MACERATESE (4-3-3): Fatone; Cordova, Garaffoni, Marini, D’Alessio; Perfetti, Croce, De Grazia; Kouko, D’Antoni (90′ Belkaid), Bartolini (65′ Ferri Marini). A disp.: Moscatelli, Cervigni, Lari, Capparuccia, Romano, Tortelli, Lattanzi, Belkaid, Ferri Marini, All. Magi.

ARBITRO: Mansi di Nocera Inferiore.

RETI: 46′ pt D’Antoni, 77′ Ferri Marini.

NOTE: Spettatori 1.000 circa (200 da Macerata). Al 90′ Teodorani respinge il rigore di D’Antoni. Al 91′ lo stesso D’Antoni viene espulso per proteste. Ammoniti Bugaro, De Iulis, Granaiola, Kouko, D’Alessio.

Foto gentilmente concesse da Pu24

Vis Pesaro-Maceratese (3)

Vis Pesaro-Maceratese (4)

Vis Pesaro-Maceratese (5)

Vis Pesaro-Maceratese (6)

Vis Pesaro-Maceratese (7)

Vis Pesaro-Maceratese (8)

Vis Pesaro-Maceratese (11)

Vis Pesaro-Maceratese (12)

Vis Pesaro-Maceratese (13)

Vis Pesaro-Maceratese (14)

Vis Pesaro-Maceratese (16)

Vis Pesaro-Maceratese (2)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X