Prima lo spingono a terra
poi viene derubato da finti soccorritori

CIVITANOVA - Trentaquattrenne aggredito davanti la chiesa di Cristo Re. Una banda di delinquenti lo "alleggerisce" di ottocento euro
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

PoliziaOltre al danno, anche la beffa. Brutta avventura, quella raccontata agli inquirenti, da un 34enne residente in provincia di Fermo, vittima di un furto mascherato da aggressione. Secondo la versione fornita, l’uomo ieri pomeriggio si trovava in piazza Scorolli, di fronte alla chiesa di Cristo Re, quando è stato avvicinato da alcuni malviventi che l’hanno aggredito con spintoni e calci facendolo finire a terra e che poi se ne sono andati. Due complici della banda invece gli si sono fatti vicino con modi gentili cercando di aiutarlo e di prestargli aiuto. In realtà era proprio da costoro che la vittima avrebbe dovuto guardarsi le spalle. Infatti, senza che il 34enne se ne fosse reso accorto, i due lo hanno derubato di ottocento euro che il fermano teneva nella tasca dei pantaloni.

Solo diversi minuti dopo l’accaduto la vittima del raggiro ha capito di essere stato derubato e ha sporto denuncia alla Polizia fornendo questa versione dei fatti che lascia aperti alcuni interrogativi. La banda non è stata identificata.

(l. b.)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X