Abile raggiro tra il web e il Veneto:
coppia compra auto e perde 11mila euro

FIUMINATA - Marito e moglie hanno acquistato una Volkswagen dopo aver visto un annuncio su internet e averla visionata in una concessionaria di Verona. Ottenuto il denaro per l'acquisto i venditori sono svaniti e l'autosalone è stato chiuso. Dopo le indagini, i carabinieri hanno denunciato due persone
- caricamento letture
L'auto in vendita

Una Volkswagen Touran

di Gianluca Ginella

Un annuncio sul web di un’auto messa in vendita da una concessionaria di Verona, i contatti telefonici, il viaggio sino in Veneto per visionare la vettura, l’incontro con i titolari dell’autosalone e poi il bonifico di 11mila euro per comprare l’auto. Dopodiché l’attesa per la consegna dell’auto, questa, però, mai avvenuta. Questa la sintesi di un raggiro in cui è caduta una coppia di Fiuminata, che ha denunciato i titolari della concessionaria, nel frattempo sparita nel nulla. Dopo articolate indagini i carabinieri di Fiuminata, in collaborazione con i colleghi del Nor della Compagnia di Camerino, hanno individuato i presunti truffatori: si tratta di un campano e di un nordafricano che ora devono rispondere del reato di truffa.

Una coppia di Fiuminata voleva acquistare un’auto e per farlo aveva scelto di iniziare la ricerca della vettura fatta per loro sul web, su di un sito di vendite on line. Un mezzo facile, veloce per comprare un’auto usata e magari a buon prezzo. Dopo aver visionato alcuni annunci, la coppia ne vede uno che espone una Volkswagen Touran che è in vendita per 11mila euro. La cosa interessa e i coniugi chiamano il cellulare indicato nell’annuncio. E’ quello di una concessionaria che si trova a Verona. La coppia si accorda con il venditore per visionare l’auto su in Veneto, appunto alla concessionaria. Che, tra l’altro, sul sito di e-commerce ha messo in vendita altre vetture. Dopo un giro di contatti via cellulare e mail, la coppia va a Verona per visionare l’auto.

Il Capitano Vincenzo Orlando, comandante della Compagnia di Camerino

Il capitano Vincenzo Orlando, comandante della Compagnia di Camerino

Dopo averla vista e incontrato i titolari dell’autosalone, R. V., 44 anni, campano, residente a Verona, e di E. M. B., 28, marocchino, residente in provincia di Alessandria, la coppia decide di acquistare. Fatti i documenti la coppia versa 11mila euro su di un conto corrente intestato alla concessionaria. E si accorda per il successivo ritiro dell’auto. Da quel momento i venditori spariscono. La coppia cerca più volte di contattarli, ma niente. Irreperibili. I coniugi si preoccupano, cercano di capire cosa succede e scoprono che nel frattempo la concessionaria è stata chiusa e le auto esposte non ci sono più. A quel punto alla coppia non è rimasto altro da fare che denunciare l’accaduto ai carabinieri di Fiuminata. Che hanno avviato le indagini. Gli uomini dell’Arma attraverso accertamenti anagrafici, telefonici ed individuazioni fotografiche hanno individuato i truffatori, che ora devono rispondere di truffa aggravata. Altri accertamenti sono in corso con i carabinieri del Veneto. I due truffatori avrebbero già colpito altre volte e sarebbero decine le vittime incappate nei raggiri.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X