Gustavo Adolfo Bécquer, “Bacia l’alba che geme soavemente”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Gustavo Adolfo Bécquer

Gustavo Adolfo Bécquer

 

Bacia l’alba che geme soavemente

le lievi onde che giocando alza;

il sole bacia la nuvola del tramonto

e di porpora e oro le colora;

la fiamma che avvolge il tronco ardente

per baciare un’altra fiamma si sposta

e perfino il salice piangente che piegatosi per il suo peso

sul fiume che lo bacia, ricambia il bacio.

 

Gustavo Adolfo Bécquer, da Poesie d’amore – Rimas,  Newton Compton, 1996

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X