Basket in carrozzina, i campioni di Cantù vincono a Porto Potenza

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

I campioni in carica di Cantù vincono sul parquet di Porto Potenza (64-71) contro una Santo Stefano – Banca Marche che tuttavia non ha affatto sfigurato contro la squadra che lo scorso anno ha praticamente vinto tutto. Certo è che viene spontaneo chiedersi a quale gara avremmo assistito se i portopotentini fossero partiti con il piede giusto invece di regalare, pronti e via, subito al primo quarto ben 9 punti di vantaggio alla formazione canturina che certamente non ha bisogno di questi omaggi per superare l’avversario di turno. E così è stato con la formazione dell’ex Malik Abes che non ha perso tempo, ha messo la freccia ed ha sorpassato i neroverdi di Porto Potenza chiudendo 18 a 9 il primo quarto. Poi i tempi successivi sono stati contraddistinti da un sostanziale equilibrio fino all’ultima frazione di gara in cui la formazione di coach Ceriscioli ha prodotto un incredibile colpo di coda finale che stava per sorprendere Cantù fino ad arrivare a una sola lunghezza di svantaggio dai lombardi. Finale davvero entusiasmante per la Santo Stefano – Banca Marche che ha dimostrato di non mollare, di voler essere in partita fino all’ultimo e una quadratura di squadra non indifferente. Purtroppo per i padroni di casa i tiri dalla linea della carità hanno nuovamente dato il vantaggio ai canturini che alla fine hanno chiuso con 7 punti di distacco. Sugli scudi per i padroni di casa Lee Manning autore di una “doppia doppia” con 14 punti e la bellezza di 14 rimbalzi da vero dominatore delle plance. Miglior marcatore per il Santo Stefano ancora una volta Kyle con 21 puti, seguito appunto da Manning, da Kim con 13, da Tanghe con 9, Caiazzo con 4 e Brown con 3. Prossimo match per la Santo Stefano – Banca Marche quello di Roma contro il S.Lucia, sabato alle ore 17. Sarà il più classico dei big match tra due storiche compagini del basket in carrozzina italiano. Per i portopotentini sarà un altro banco di prova nel percorso di crescita e di potenziamento degli aspetti da migliorare che coach Ceriscioli ha tracciato già da tempo. Non sarà certamente questa la gara che dirà quanto la Santo Stefano – Banca Marche potrà ambire in alto ma altrettanto sicuro sarà che da questo match si potranno verificare gli eventuali passi in avanti fatti dalla compagine “neroverde”. L’obiettivo da tempo fissato dal coach Roberto Ceriscioli è quello delle final-four di Coppa Italia del 22-23 marzo a Seveso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X