Vis Macerata in emergenza
Contro la capolista
out Ballini, Stefani e Rapacci

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Giammarco Polizzi

Giammarco Polizzi, ds della Vis Macerata

La temuta mannaia del giudice sportivo è arrivata e quel che “resta” della Vis Macerata dovrà vedersela sabato in casa con una compagine che risponde al nome di Porto d’Ascoli. La capolista imbattuta e per giunta attesa ad una grande prova per rispondere a chi la ritiene in calo dopo gli ultimi 2 pareggi e per spegnere le velleità del Monticelli secondo. Il team di Cicarè come detto sarà privo di ben tre cardini tra difesa e centrocampo come Ballini, Stefani e Rapacci, questi ultimi due fermati per 2 turni. Assenze pesanti, non il modo migliore per affrontare la squadra leader, riscattare il 4-1 dell’andata e riprendere a fare risultati utili dopo lo stop a 6 di gare positive.  “Una sconfitta difficile da analizzare quella di Chiesanuova –dichiara il ds Polizzi- e comunque calcio poco, semmai palla-fango. Noi abbiamo caratteristiche note di giocare palla a terra e quindi non ci siamo ritrovati. Merito a loro comunque di averci messo sotto fisicamente”. Mancava Gentili, però la squadra fatica a carburare e soffre nel 1°tempo…”Saremo un diesel, almeno nella ripresa veniamo fuori sempre, anche a Chiesanuova sotto 2-0 e in 9 uomini”. Una caduta che compromette la situazione playoff? “ Ci puntiamo non lo nascondo tuttavia se Monticelli viaggia così sarà difficilissimo farli”. Sulle due espulsioni addirittura in contemporanea? “Due rossi per proteste, siamo molto amareggiati per  il comportamento dei ragazzi. Non li avremo contro Porto D’Ascoli e Potenza Picena, partite molto difficili”. Isidori sarà recuperato? “Più sì che no”. E’ credibile poter battere il Porto D’Ascoli in queste condizioni? “L’unica cosa che so è che i nostri giovani del vivaio sapranno sostituire i titolari esperti”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X