A. Gibellini, “Quando la macchina”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
EBA_3136-1024x665-450x292

Andrea Gibellini

Quando la macchina sale
fino ai confini del tramonto,
spero in una casa accogliente
in un morbido cuscino, le stoviglie lavate,
un cane festoso dalla coda lunga
e in un amore saldo come una pietra
dopo il rullo impetuoso di una cascata.

 

La speranza è sempre stato il mio male, –
gli occhi si abbassavano ad ogni tramonto
il pedale scattava e non c’era nessuno,
nessuno chiamava il mio nome.

 

Andrea Gibellini (Sassuolo, 1965), da La felicità improvvisa (Jaka Book, 2001)

Logo-DIRETTONOTTE



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X