Matelica, vincere a Sulmona
per impaurire la corazzata Ancona

SERIE D - La formazione di Carucci, priva di Scartozzi, sabato giocherà il recupero in Abruzzo. In caso di successo, la distanza dalla capolista si ridurrebbe a quattro lunghezze
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il portiere del Matelica Filippo Spitoni

Il portiere del Matelica Filippo Spitoni

di Sara Santacchi

Partirà, o forse sarebbe meglio dire ripartirà, domani (venerdì) il Matelica, alla volta di Sulmona per disputare la partita di recupero con la locale formazione, in programma sabato alle 14.30 rinviata lo scorso 22 dicembre a causa dell’impraticabilità del campo per la presenza di ghiaccio in una porzione del terreno gioco. Una partita vissuta non come tutte le altre quella nella terra dei confetti come spiega il portiere Filippo Spitoni “cerchiamo di viverla come una normale sfida di campionato, ma inconsciamente penso che da parte di nessuna delle due squadre sarà così. Purtroppo si è venuto a creare un clima di grande competizione per questioni che esulano dal campo”. I tre punti in palio fanno gola a entrambe le formazioni. Se da una parte permetterebbero agli abruzzesi di rimanere in corsa per i play off, per il Matelica potrebbero significare arrivare a meno quattro dalla capolista Ancona “a mio avviso – ribatte subito l’estremo difensore biancorosso – la gara più importante sarà invece quella con la Maceratese. Intendo dire che vincere in quella data ci permetterebbe di staccare chi è alle nostre spalle e arrivare allo scontro diretto con tre punti in più. Certo è  che anche sabato la nostra intenzione non è quella di accontentarci: andremo a Sulmona per fare il risultato”. E se non è passato inosservato come l’allenatore Luiso, in una recente intervista abbia fatto riferimento al Matelica non ricordando il suo nome, dall’altra parte Spitoni promette “cercheremo di fare in modo che possa ricordarsi di noi e che il nostro nome gli rimanga in mente il più a lungo possibile”. Recuperati sia Cognigni che Lazzoni, con tutta probabilità non sarà a disposizione di mister Carucci il centrocampista Daniele Scartozzi. L’unica partita del campionato di serie D, fermo per un turno per il Torneo di Viareggio, sarà per il Matelica solo il primo di tanti esami che la impegneranno in un “caldissimo” mese di febbraio. “Ci aspetta una serie di gare importanti – dice Spitoni – ma io direi di iniziare bene già da sabato. Poi sarà bene tenere a mente – conclude – che oltre alla gara d’andata c’è anche quella di ritorno e la trasferta in casa nostra per il Sulmona capiterà proprio nell’ultima giornata di campionato”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X