Possesso di droga, denunciati due fratelli
Perquisito un appartamento in centro

CIVITANOVA - Operazione della polizia: trovata una casa in corso Dalmazia, in condizioni di estremo degrado, occupata abusivamente. L'immobile era probabilmente utilizzato per lo spaccio
- caricamento letture

polizia_volantedi Laura Boccanera

Blitz della polizia ieri pomeriggio in corso Dalmazia, nel pieno centro di Civitanova. Gli agenti del commissariato diretto dal commissario Roberto Malvestuto hanno messo a segno un’operazione antidroga che ha portato alla denuncia di due tunisini considerati figure cardinali nello spaccio in città. L’operazione ha permesso l’identificazione e la denuncia di M.T., 38 anni, di nazionalità tunisina, residente a Civitanova e irregolare sul territorio nazionale e del fratello di poco più giovane, residente in Belgio, che stava trascorrendo in città le vacanze di Natale. L’indagine è partita da una pista investigativa del commissariato, ed ha portato alla perquisizione prima dell’appartamento del 38enne tunisino e poi della casa in corso Dalmazia dove è scattato il blitz. Nell’appartamento di M.T. la polizia ha rinvenuto una modesta quantità di hashish, oltre ad una serie di strumenti utilizzati per il confezionamento delle dosi, come bilancino, buste di plastica e carta stagnola.
I tunisini però utilizzavano per l’attività di spaccio un appartamento di corso Dalmazia, di proprietà di due signori anziani completamente ignari di quel che avveniva al suo interno: l’immobile era infatti chiuso da tempo. L’appartamento era in condizioni di estremo degrado. Oltre ai due fratelli tunisini, gli agenti ipotizzano che dentro la casa ci fossero anche altre persone, scappate alla vista delle forze dell’ordine. Un’ipotesi confermata dal fatto che nella stanza adibita a cucina la polizia ha rinvenuto due mozziconi di sigaretta ancora accesi. E’ probabile che le persone fuggite abbiano portato via anche altra droga. L’indagine al momento prosegue. Oltre alla denuncia, per possesso di droga, i poliziotti hanno sequestrato anche alcuni telefoni e altrettante schede sim: gli agenti, attraverso il Comune, chiederanno un intervento dei proprietari affinché l’immobile venga bonificato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X