Seconda categoria, Fabiani Matelica vince il recupero di Serralta

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il portiere del Serralta Alessio Messi

Il portiere del Serralta Alessio Messi

Per il Serralta terza sconfitta di fila e posizione in classifica invariata (gruppone di centro); per il Fabiani terza vittoria esterna in stagione e quinto posto in solitaria. Questo il responso del recupero del dodicesimo turno che si è giocato al “Soverchia”. La gara sospesa a fine novembre per il maltempo è diventata per le due squadre l’ultima fatica del 2013, quella che introduce alla sosta. Per il Serralta il girone di andata non si è certo chiuso nel migliore dei modi: tre i risultati negativi in rapida successione e scalata della graduatoria rinviata. La sosta perciò sembra arrivare a proposito per i settempedani. Anche contro il Fabiani, infatti, i gialloblù sono sembrati in flessione, atletica soprattutto, e la cosa, oltre alla difficoltà a costruire una manovra fluida e a qualche episodio contrario, ha influito sul risultato. Rossoblu ospiti che hanno saputo sfruttare al massimo le opportunità avute, ad inizio gara due reti nell’arco di 7 minuti, per poi tenere bene grazie ad organizzazione ed attenzione davanti ai tentativi, a dire il vero sporadici, dei locali. Alla fine, quindi, successo che può essere considerato legittimo. La cronaca. Ospiti con tutti a disposizione, anche se qualche rotazione viene fatta e la formazione propone alcune novità. Locali che, invece, sono costretti a cambiare per via delle assenze. Mancano gli squalificati Elisei e Bonifazi ed all’ultimo si aggiunge anche Governatori(influenza). Emergenza a centrocampo, dunque, con Dialuce che è titolare unitamente a Morgana. Parte dall’inizio Piermattei, mentre gli altri nuovi arrivi(Marconi e Tiranti) siedono in panchina. Pronti via e il Serralta sfiora il vantaggio. Fuga a sinistra di De Maria che al secondo tentativo di cross riesce a pescare Piermattei che lascia partire un bel diagonale rasoterra che impegna severamente Dalipi che in tuffo respinge. Sugli sviluppi del calcio d’angolo Gheroni salta indisturbato ma il suo colpo di testa da ottima posizione finisce di poco largo. Sulla replica il Fabiani colpisce. Punizione, dubbia, fischiata ai 18 metri in posizione centrale. Bartilotta tocca lateralmente per Di Paolo il cui rasoterra trova un paio di fortuite deviazioni che rendono la traiettoria imprendibile per Messi che vede il pallone insaccarsi a fil di palo alla propria sinistra. 0-1. Ancora ospiti pericolosi al 10’. Vrioni va in affondo in area e davanti a Messi tenta il tocco in anticipo per eludere l’uscita del portiere ma quest’ultimo tocca quel tanto che basta per deviare in angolo. I matelicesi insistono e al 13’ trovano il raddoppio. Punizione da sinistra. Bartilotta calcia lungo. Nessuno interviene, nemmeno Messi che appare sorpreso dalla traiettoria. Quando il pallone giunge nei pressi della porta il numero uno gialloblù decide di intervenire con i pugni. La sua respinta però è difettosa e la palla finisce addosso ad Erasti che, quasi involontariamente, riesce a spingere la stessa in rete. 0-2. E’ un duro e pesante uno/due quello che colpisce il Serralta che si vede sotto di due reti inaspettatamente ed appare chiaro che la situazione è difficilissima oltre che chiaramente compromessa. I locali provano a costruire qualcosa, ma la loro reazione è tutta in un tentativo velleitario di Rossi facile preda di Dalipi. Prima del riposo è Vrioni a provarci in scivolata, ma il tiro non può preoccupare Messi che controlla agevolmente in tuffo. L’avvio di secondo tempo vede un guizzo di Piermattei concluso con un rasoterra dal limite che Dalipi controlla senza problemi. Al 9’ gli ospiti sfiorano il tris. Vrioni scatta sul filo del fuorigioco e si presenta in area. Tiro in corsa che sorvola la traversa. Bonifazi prima a cambiare. Dentro prima Manasse e poi l’ultimo arrivato Tiranti, ma le cose non cambiano. Al 20’ si rivede in attacco il Serralta. Paciaroni scende a destra e mette in mezzo. La palla è preda di De Maria che si gira e conclude. Dalipi in tuffo ribatte a pugni uniti. Più passa il tempo e più è evidente che la rimonta dei locali diventa complicatissima, anche perché di rado vengono trovati spazi buoni per poter impensierire l’attenta e pratica retroguardia ospite. Nel finale, anzi, giunge la terza rete del Fabiani. Su di un pallone alto in area Natali va a saltare per rinviare di testa. Il difensore gialloblù ricade addosso a Bartilotta. L’arbitro applica il regolamento e fischia il penalty per danno procurato e, tutto sommato, ci sta. Pare, invece, eccessiva e severa l’ammonizione per Natali che, al secondo giallo, deve lasciare il campo espulso. Al 41’ Dolce si presenta sul dischetto e infila rasoterra spiazzando Messi. 0-3. Giochi fatti e partita chiusa.

SERRALTA – FABIANI MATELICA 0-3
MARCATORI: pt 6’ Di Paolo, pt 13’ Erasti, st 41’ Dolce su rigore
SERRALTA: Messi, Paciaroni, Tarquini(29’st Tiranti), Gheroni, Natali, Dialuce(39’st Alessandrini), Teloni, Rossi, De Maria, Morgana(9’st Manasse), Piermattei. A disp. Baruni, Alessandrini, La Torre, Marconi, Zagaglia. All. Bonifazi
FABIANI MATELICA: Dalipi, Santucci, Correnti(34’pt Michiorri) , Erasti, Resuli, Di Paolo, Truppo(21’st Dolce), Parcaroli, Magnatti(39’st Pascucci), Bartilotta, Vrioni. A disp. Piermartiri, Buldorini, Vanità, Girolamini. All. Rustichelli
ARBITRO: Galassi di Macerata
NOTE – Spettatori 50 circa. Espulsi: st 40’Natali per doppia ammonizione. Ammoniti: Teloni, Natali, Gheroni, De Maria, Di Paolo, Michiorri. Angoli: 3 a 3. recupero: st 3’.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X