Cus Macerata, altra bella vittoria
Al Bramante cade la Juventina

CALCIO A 5 - Per la terza partita consecutiva i ragazzi di Bacosi vincono 6-3
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Tommaso Bacosi, allenatore del Cus Macerata

Tommaso Bacosi, allenatore del Cus Macerata

Ancora 6-3. Per la terza partita consecutiva il Cus Macerata vince con lo stesso risultato finale. A farne le spese, questa volta, è la Juventina. Tutto lascerebbe pensare alla solita gara controllata dai maceratesi, ma la compagine elpidiense, sebbene relegata in zona playout, arriva alla palestra dell’ITG Bramante a giocarsela a viso aperto, mettendoci grinta e corsa, e rendendo la vita complicata ai padroni di casa. Che tuttavia trovano il vantaggio con Rastelli, con un gran diagonale all’11’. Forconesi è poi abile a dire no a un paio di conclusioni di un Salvi vivace, ma la Juventina, nonappena il Cus cala un po’ il ritmo, spinge in avanti. Il pressing produce quasi subito il pareggio di Angeloni, e poco dopo è Marè a salvare il Cus con un doppio miracoloso intervento. Così si va al riposo sul pari che si può dire sostanzialmente giusto. L’intervallo funge da sveglia per i padroni di casa. Pronti via e in mezzo minuto Petetta riporta il Cus avanti. L’esterno maceratese, tornato ai suoi livelli di eccellenza, si inventa un altro fantastico gol al 7’ e, quando Carpineti al 10’ sigla il 4-1, sembra che la partita sia già conclusa. Niente di più sbagliato, perché arriva il solito blackout maceratese, la Juventina ne approfitta, e al 13’ si è sul 4-3. E non è tutto. Petetta, fin lì il migliore, ragisce a una provocazione, ricevendo il secondo giallo e finendo anzitempo negli spogliatoi. Ma in inferiorità il Cus trova il 5-3 con Salvi, ben appostato sugli sviluppi di una punizione, che castiga una disattenta retroguardia ospite. Ciò nonostante la Juventina continua a premere, la gara si innervosisce e ne fa le spese Rastelli, spedito anche lui sotto la doccia in anticipo. Stavolta il cartellino rosso (diretto) sembra davvero eccessivo. Tuttavia ancora una volta il Cus riesce a mantenere la porta inviolata in inferiorità. Allo scadere, la rete di Maccioni su tiro libero sigilla il risultato. Dunque tre punti sofferti più di quanto si potesse immaginare, ma che tuttavia consentono al Cus di ottenere la settimana vittoria consecutiva e portarsi a una sola lunghezza dalla vetta della classifica, coabitata da Corinaldo e Urbino.

MARCATORI: Rastelli (C) 11’, Angeloni (J) 18’; Petetta (C) 1’, Petetta (C) 7’, Carpineti Ri.(C) 10’, CIcchinè (J) 11’, Diomedi (J) 12’, Salvi (C) 20’, Maccioni (C) 30’.

CUS MACERATA: Bettucci, Machella, Carpineti Ro., Gabellieri, Petetta, Carpineti Ri., Maccioni, Salvi, Beccacece, Cicarilli, Rastelli, Marè. All.: Bacosi-Zampolini.

SAN CRISPINO JUVENTINA: Forconesi, Cesca, Pettinari, Angeloni, Cognini, Cicchinè, Ventresca, Diomedi, Napoleoni, Gattafoni. All.: Belli.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X