Marè in giornata di grazia
Il Cus Macerata espugna Falconara

CALCIO - Vittoria di misura (1-0) per la formazione di mister Bacosi. Sugli scudi il numero uno maceratese
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Stefano Marè

Stefano Marè

Quarto successo consecutivo per il Cus Macerata che espugna il PalaBadiali di Falconara col punteggio di 1-0, al termine di una gara palpitante, ma giocata non benissimo. Il Cus è bravo a capitalizzare al massimo il preciso tracciante rasoterra mandato a segno da Salvi sul finire della prima frazione, ma non esprime mai a pieno il suo potenziale, sviluppa un gioco lento e prevedibile e, nella seconda frazione, si limita a difendere il risultato senza riuscire a colpire nei pochi contropiede sviluppatisi. Il primo tempo corre via sui binari dell’equilibrio, entrambe le squadre pensano soprattutto a coprirsi e le occasioni latitano da entrambe le parti. Per gli ospiti è sempre Salvi a portare ansie ai padroni di casa, a cavallo di metà frazione un suo bel destro è ben indirizzato all’angolino, ma Fabbrizi vola alla sua sinistra, devia e manda la palla a scheggiare l’incrocio dei pali. Il Città di Falconara, viste le assenze pesanti di Pieroni e Vallucci, si affida all’inventiva e alla rapidità di Bacaloni, su cui però Petetta fa ottima guardia per tutta la gara. Dopo il gol, i padroni di casa spingono forte alla ricerca del pari che nn arriva, ma facendo ben capire le intenzioni per la ripresa. Secondo tempo che vede quasi solo una squadra in campo, quella di casa. Il Cus viene schiacciato dietro e innalza le barricate. Ma il vantaggio regge soprattutto al “muro umano” Marè, immenso. E dove non ci arriva il portiere maceratese, il Città di Falconara deve fare i conti col montante della porta ospite. Il Cus prova qualche azione di alleggerimento in contropiede, ma sciupa un paio di ghiotte occasioni: prima Cicarilli, dopo una bella azione personale, manca il bersaglio per questione di centimetri; successivamente è Carpineti Riccardo a divorarsi il gol, sparando addosso a un difensore a portiere battuto. Finale palpitante. Viene espulso Maccioni al 30’, il Cus è costretto a giocare il recupero in inferiorità, Falconara preme, ma Marè è insuperabile. Dunque tre punti d’oro per gli universitariche salgono al terzo posto in classifica, nonostante qualche sofferenza di troppo. Prossimo impegno venerdì prossimo, quando alla palestra dell’ITG Bramante arriverà a far visita la Montegranarese, fanalino di coda ancora a secco di punti dopo dieci giornate.

MARCATORE: Salvi (C) 28’ pt.

CITTA’ DI FALCONARA: Fabbrizi, Giachetti, Fabretti, Mulinari, Bacaloni, Salerno, Zizzamia, Pellecchia, Marcelletti, Qorri, Ricciotti. All.: Neri.

CUS MACERATA: Bettucci, Machella, Carpineti Ro., Gabellieri, Petetta, Carpineti Ri., Maccioni, Salvi, Beccacece, Cicarilli, Rastelli, Marè. All.: Bacosi-Zampolini.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X