Motocross over 50, Manlio Giachè
è il nuovo campione italiano

Il centauro settempedano sbaraglia la concorrenza dopo sei prove
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Manlio Giachè

Manlio Giachè

Intramontabile Manlio Giachè! Il centauro settempedano non smette mai di stupire e dimostra alla bella età di 53 anni come si faccia a vincere in sella ad una moto da cross. Il pilota di Serralta ha ottenuto, infatti, l’ennesimo successo della sua invidiabile carriera trionfando per il secondo anno consecutivo nel Campionato italiano over 50 di motocross. L’alfiere del locale club, il “leggendario” Moto Club Settempedano per cui Giachè è tornato a correre proprio in questo anno, ha saputo sbaragliare tutta la concorrenza grazie ad un cammino praticamente perfetto: 8 vittorie di manche, 3 secondi posti, un terzo, il tutto nelle complessive 12 manche disputate. Numeri che fanno capire benissimo che tipo di campionato abbia fatto l’inossidabile Manlio. L’ultimo decisivo acuto Giachè l’ha piazzato nella sesta ed ultima prova in programma, quella di Paroldo(Cuneo). Contro l’avversario di sempre, il fortissimo Gaspardone(Honda) con il quale c’è stata una lotta accanita fin dalla prima gara, Giachè è giunto in Piemonte con una grossa ipoteca sulla conquista del titolo tricolore e in questa corsa ha voluto chiudere subito i conti scegliendo una tattica non d’attesa, ma d’attacco e così,senza tanti calcoli, ha chiuso la questione campionato già al termine della prima manche. Obiettivo dunque puntualmente raggiunto, visto che il secondo posto è valso anche la matematica conquista del titolo. Festa grande allora per il driver settempedano che ha potuto esultare per il secondo alloro di fila, ottenuto con grandissimo merito. Quando incontriamo Manlio si nota subito la sua enorme felicità, glielo si legge negli occhi e non lo si può non notare. Giachè conferma il tutto anche a parole: “E’ andata bene, sono strafelice per questo titolo, non potevo sperare di meglio. Era difficile pensare ad  una replica di quanto ottenuto lo scorso anno, anche se in cuor mio ci speravo e sapevo di essere pronto”. E’ vero che volevi smettere dopo il trionfo della passata stagione? “Sì. Avevo pensato che dopo aver vinto poteva essere quello il momento migliore per dire basta, ma quando ho visto che in calendario c’erano due gare vicino casa(Esanatoglia e San Severino) non ho saputo resistere ed ho cambiato idea, è praticamente impossibile per me resistere al richiamo……della moto e della pista”. Hai gareggiato al “San Pacifico”, la pista di casa, e hai fatto due su due: “E’ vero, una soddisfazione unica. Vincere sulla tua pista, davanti a familiari e amici, è davvero una cosa unica. Aver tagliato il traguardo per primo in entrambe le manche mi ha reso particolarmente orgoglioso e contento” E’ stata questa la corsa più bella? “Ad essere sincero no. Per ma è stata quella di Mantova. Quella prima manche la ricorderò a lungo. Sono partito male, molto dietro. Ho dovuto impegnarmi a fondo per rimontare. Ce l’ho fatta a recuperare e quando sono arrivato a ridosso di Gaspardone ho iniziato a duellare con lui per il primo posto. Alla fine è andata bene, perchè l’ho passato proprio sul traguardo cogliendo un successo insperato e bellissimo”. Ringraziamenti di rito? “Non possono mancare. Vanno rivolti a tanti, ma voglio farne uno particolare all’amico Marco Frittelloni che mi ha seguito ovunque in questa avventura risultando fondamentale e dandomi un aiuto incredibile sia in pista che ai box”. Manlio, che ti resta dentro dopo questo titolo italiano? “Soddisfazione, enorme. Prevale anche un certo orgoglio per il fatto di riuscire a correre ad alti livelli, riuscendo anche a vincere. Tutto ciò malgrado un’età importante, ma questo non mi vieta di essere competitivo, forte e in grado di ottenere risultati importanti in uno sport duro e complicato come il motocross che per me da sempre rappresenta la passione più grande”.
A testimonianza di quanto affermato, la conferma è presto arrivata. Manlio Giachè, infatti, non si è smentito e quando è ritornato in sella lo ha fatto vincendo ancora. L’occasione è arrivata di recente grazie al Trofeo delle Regioni, gara a squadre, svoltosi a Ponte ad Egola(Pisa). Sulla pista toscana, dove Giachè ha difeso i colori delle Marche, è stato assoluto protagonista grazie al successo ottenuto nella gara a cui ha partecipato e in cui ha battuto tutti i migliori d’Italia, compresi diversi avversari più giovani di lui.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X