Coppia focosa in spiaggia
Intervengono i carabinieri

PORTO RECANATI - Dopo le segnalazioni degli avventori di uno chalet sono intervenuti i carabinieri, che hanno identificato e segnalato i responsabili, una coppia del posto
- caricamento letture

Nonostante il caldo e la spiaggia affollata, non sono riusciti a frenare i bollenti spiriti: per questo un uomo e una donna, entrambi portorecanatesi, sono finiti nei guai. I due erano avvinghiati in atteggiamenti ritenuti osceni da molti bagnanti, che hanno segnalato la cosa al centralino del 112. I carabinieri di Porto Recanati sono arrivati subito nello chalet frequentato dalla coppia, che all’arrivo dei militari non era più in atteggiamenti intimi. Ma i due protagonisti sono stati comunque identificati, ed i militari hanno raccolto diverse testimonianze sull’episodio: i due hanno capito, sulla base dell’intervento dei carabinieri, che l’accaduto era stato infatti segnalato dagli altri utenti della spiaggia. L’uomo e la donna, dopo l’identificazione, sono stati segnalati all’Autorità giudiziaria.
Nel solo mese di luglio, la presenza dell’Arma sulle spiagge, ha già consentito di determinare alcune attività repressive in materie di furti a danno di esercenti e bagnanti. Come nel caso del magrebino arrestato sempre a Porto Recanati la scorsa settimana per furto in uno chalet e su di un auto, riconosciuto come autore di una rapina compiuta in campania, per cui è stato arrestato; Attivissimi anche i gestori di chalet  che recentemente hanno segnalato tre giovanissimi ritenuti autori di furti sotto gli ombrelloni e di bici. Sono stati fermati anche loro la scorsa settimana con tre bici e materiale da scasso (leggi l’articolo). Nella “rete” dei carabinieri di quartiere a Civitanova è finito un nomade, colpito da ordine di carcerazione per violenza sessuale in danno di minore di anni 14, colto in un camper a ridosso della zona sud (leggi l’articolo).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X