Assunta Legnante continua a stupire
A Lione conquista il titolo mondiale

ATLETICA PARALIMPICA - La lanciatrice del getto del peso dell'Anthropos Civitanova fa registrare la misura record di 16,79
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Assunta Legnante

Assunta Legnante

Ai Campionati Mondiali Ipc di atletica paralimpica in corso di svolgimento a Lione migliorando il suo precedente record del mondo di 5 cm, Assunta Legnante si è laureata campionessa del mondo nel getto del peso F11, alla sua prima partecipazione ai Campionati Mondiali IPC di Atletica Leggera. Dopo uno straordinario 2012 concluso, dopo il suo rientro all’agonismo, con il successo alle Paralimpiadi di Londra, con annesso record mondiale, giunge oggi questo ennesimo allora di una straordinaria carriera sportiva, anch’esso con annesso nuovo primato mondiale fissato a 16,79 metri, già al secondo lancio. Anche di fronte a questo straordinario risultato, Assunta continua a mostrare la grinta di sempre: “Certo è stato facile vincere, ma in realtà io lotto sempre con la misura. Non sono soddisfatta perché puntavo ai 17 metri. Oggi pensavo di poterlo fare dopo il 16,79, però non sempre il voler forzare ripaga. Ho anche avuto un problema tecnico con il peso che era di diametro più piccolo rispetto a quello a cui sono abituata. Vorrà dire che per ora mi dovrò accontentare di andare avanti 5 cm alla volta”. Assunta in gara è partita subito forte con la misura di 15,60, record dei campionati, per poi ottenere il lancio record cui ha fatto seguito un terzo tentativo con cui ha eguagliato il suo precedente record mondiale di 16,74 che aveva ottenuto a Londra. Contro queste misure, niente hanno potuto fare la campionessa mondiale uscente, la cinese Zhang Liangmin, che si è fermata a 11,59 vincendo l’argento e la brasiliana Izabela Campos che ha conquistato il bronzo con 8,63.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X