Porto Recanati, telecamere
per controllare chi non differenzia

Saranno installate nei punti dove si registrano le punte più alte di abbandono irregolare dei rifiuti
- caricamento letture

videosorveglianzaSi controlla anche con le telecamere il conferimento dei rifiuti a Porto Recanati. La videosorveglianza per la raccolta differenziata è tesa a prevenire abbandoni e comportamenti incivili. Tantissimi, circa seimila, gli utenti che hanno ritirato i nuovi sacchetti blu (multimateriale leggero) e giallo (rifiuti solidi urbani), che si stanno utilizzando sia nelle famiglie che nelle attività economiche per il conferimento di plastica, alluminio, barattolame metallico e rifiuti indifferenziati e non riciclabili. Per questo proposito si sono riuniti i rappresentanti dell’Amministrazione comunale guidati dal sindaco Rosalba Ubaldi e i tecnici del Cosmari e di Sintegra con il direttore Giuseppe Giampaoli, per analizzare lo stato dell’arte del nuovo servizio .
“Tutti hanno registrato, già da questi primi giorni, un netto miglioramento della situazione, con molti meno abbandoni e con il rispetto degli orari e della tipologia di rifiuti da conferire – si legge in una nota del Cosmari – inoltre è migliorata anche la qualità dei rifiuti che vengono ora differenziati con maggiore attenzione. Rimangono però alcune zone critiche su cui si vuole intervenire con maggiore attenzione. A tal proposito dalla prossima settimana verranno intensificati i controlli a cura della polizia municipale che coadiuvata dagli addetti di Cosmari e Sintegra, effettuerà verifiche giornaliere. Inoltre saranno installate anche diverse telecamere che andranno a controllare proprio quelle zone dove sono più frequenti gli abbandoni o dove si registrano comportamenti poco civili da parte dei cittadini che, senza rispettare il regolamento comunale, conferiscono i rifiuti in maniera sbagliata, anche abbandonando vecchi mobili, elettrodomestici e altri tipi di rifiuti estranei alla normale produzione familiare. Ovviamente tali controlli vengono fatti con l’intento di prevenire comportamenti scorretti e non con lo scopo di multare i cittadini . l’intenzione dell’amministrazione comunale di Porto Recanati e del Cosmari è quello di responsabilizzare, oltre che con i sacchetti identificati mediante microchip associato alla propria utenza Tarsu, anche mediante i controlli rivolti sia ai cittadini che alle utenze economiche ed in particolare a tutti coloro che sono poco attenti alle “buone pratiche” della raccolta differenziata . Si ricorda a quanti non hanno ancora ritirato i nuovi sacchetti con microchip che possono rivolgersi: all’Urp sito al piano terra della palazzina comunale in piazza del borgo, aperto al pubblico il lunedì, martedì, mercoledì, venerdì dalle ore 9 .30 alle ore 13 .00 e il lunedì e giovedì dalle ore 16 .30 alle ore 19 .00; allo iat ufficio informazioni turistiche situato in via Matteotti aperto al pubblico tutti i giorni, domenica compresa, dalle ore 9 alle ore 12 .30 e dalle ore 16 alle ore 19; all’infopoint del Cosmari ubicato in zona Scossicci aperto al pubblico dal lunedì al sabato dalle ore 11 alle ore 13 e dalle ore 18 alle ore 20 e la domenica dalle ore 11 alle ore 13 . per ogni informazione è a disposizione il numero verde del Cosmari, 800 .640 .323 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 14 e il sabato dalle ore 8 alle ore 13″.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X