Bollette, Gas Marca: “No ad iniziative dannose”

CIVITANOVA - Il presidente Flavio Rogani lancia tra le righe un messaggio alla maggioranza: "vanno evitate iniziative che provochino danni e pregiudizi"
- caricamento letture
Flavio Rogani, presidente di Gas Marca

Flavio Rogani, presidente di Gas Marca

Si torna a parlare delle bollette del Gas e questa volta è l’azienda in persona che puntualizza alcuni passaggi in merito al consumo trimestrale arrivato nei giorni scorsi nelle case dei civitanovesi. Flavio Rogani di Gas Marca in una nota specifica i provvedimenti intrapresi per aiutare le famiglie, ma omette completamente di prendere in considerazione la proposta pervenuta sia dal Pd che dal consigliere Morresi e dalla federazione del centrodestra di estendere a tutti la possibilità di rateizzare la bolletta. “A tutela della dignità e onorabilità di tutto il team Gas Marca, ritengo doveroso sottolineare l’eccezionale disponibilità e l’encomiabile sforzo dimostrati dai dipendenti e collaboratori per far fronte alle legittime istanze avanzate da molti cittadini al fine di ottenere spiegazioni e chiarimenti in merito alle bollette del metano relative al I° trimestre 2013”. Rogani mostra i dati: “in 14 giorni sono stati ricevuti 2000 utenti, abbiamo ampliato il limite dell’ISEE, da 20.000 € a 30.000 €, abbiamo aumentato il numero delle rate concedibili da 3 a 6; in quest’ottica, abbiamo fatto fronte a tutte le richieste avanzate accordando già 630 dilazioni di pagamento; abbiamo stipulato una convenzione con i Servizi Sociali per offrire un tangibile contributo a chi presenta una dichiarazione ISEE con importo uguale o inferiore a 7.500 €, abbiamo promosso l’iniziativa “rata costante” che sta riscuotendo molto interesse laddove si è compreso l’importanza di evitare bollette particolarmente onerose, spalmando in maniera conveniente la spesa su tutto l’anno. Per tutti gli utenti che non rientrano nelle condizioni richieste per usufruire della rateizzazione, è possibile concordare un appuntamento direttamente con il Presidente al fine di trovare un accordo di reciproca soddisfazione sia per l’utente che per Gas Marca”. Dopo aver spiegato nel dettaglio cosa è possibile fare, Rogani lancia una stilettata ai compagni di maggioranza: “senza entrare nel merito delle diatribe politiche, invito tutti consiglieri ed in particolare i capigruppo consiliari a contattarmi presso la Gas Marca per ogni chiarimento  tutto ciò al fine di evitare che vengano intraprese iniziative che potrebbero arrecare danni e pregiudizi, forse anche irreparabili, alla Gas Marca e soprattutto all’ATAC che continuo a considerare “beni collettivi” da salvaguardare a qualsiasi costo”.

(l.b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X