Camerino, patron Quadraroli e i suoi sospetti: “Spero nella sportività delle avversarie del Chiesanuova”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Domenico Quadraroli

Il presidente del Camerino Domenico Quadraroli

di Sara Santacchi

Il campionato di Prima categoria, girone C, si avvia al rush finale. Dopo la lunga pausa pasquale, infatti, è andata in scena la prima delle ultime quattro partite. E continua il “duello” tra Camerino e Chiesanova, primo in classifica, a un solo punto di distanza l’una dall’altra. “Un bel testa a testa – commenta il presidente Domenico Quadraroli – che sta tenendo banco da un po’”. Il Camerino, inoltre, è l’unica squadra ancora imbattuta dei quattro gironi del campionato di Prima categoria. “Si, non potrei chiedere di più ai ragazzi – continua il presidente Quadraroli – si sono comportati veramente bene fino adesso e non avrebbero davvero potuto fare di meglio. Ad onor del vero credo che i giochi siano chiusi, ormai, per noi. Ci sono tre partite ancora da giocare e il calendario per noi prevede delle sfide non poco impegnative con squadre che sono ancora in gioco per i loro obiettivi. Non dico che non ci impegneremo fino in fondo dando il massimo, anzi tutt’altro, però mi attengo ai fatti. Chiesanuova, invece, avrà delle partite teoricamente meno difficili, con squadre che non dovrebbero avere più niente da dire, però spero che si giocherà lo stesso sportivamente e rispettando una certa etica che non è scritta”. A quali partite si riferisce in particolare? “Beh, la prossima è col Caldarola e non credo che dovrebbero esserci perplessità dal momento che l’allenatore della squadra è Angelo Ortolani che ricopre un ruolo importantissimo a livello regionale in quanto presidente dell’AIAC (Associazione Italiana Allenatori Italiani) per cui credo che sarà lui in primis intenzionato a rispettare i valori del calcio e una certa etica. Non nego, però, che spero che negli altri campi succeda la stessa cosa e che ci si comporti con sportività fino alla fine”. A cosa si riferisce? “Beh inutile negare che ci siano state un paio di scelte che mi hanno lasciato con qualche dubbio, nelle ultima giornata. Senza entrare nei meriti delle società, ci mancherebbe, ognuno fa le sue scelte tecniche che non sono opinabili e rispetto, ma vedere alcuni giocatori da sempre titolari all’improvviso in panchina o in tribuna, mi ha dato una strana sensazione. Da parte nostra, comunque – conclude – c’è l’intenzione di concludere al meglio questo campionato”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X