Il gol partita arriva dalla panchina
La capolista Matelica supera il Tolentino

ECCELLENZA - Decisiva la rete di Severini, cinque minuti dopo il suo ingresso in campo
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Matelica-Tolentino (2)di Sara Santacchi

Sotto un bel sole, ma con un freddo quasi polare il Matelica riesce a superare il Tolentino, davanti al suo pubblico, grazie alla rete di Severini che entra nella ripresa al posto di Galuppa e si rende decisivo. In una partita non particolarmente dinamica in cui entrambe le squadre sono ben attente agli equilibri in campo i padroni di casa sanno rendersi più decisi e incisivi nei confronti di un Tolentino poco concreto.

La prima emozione è dopo solo 3 minuti quando Vitali verticalizza per Cacciatore, in avanti a servire Api che colpisce clamorosamente la traversa. Al 17′ prova a farsi vedere il Tolentino con Cognigni che da fondo area cerca la conclusione che però finisce fuori il palo esterno destro. Il Matelica ci riprova al 27′ con Colella che arriva dopo un batti e ribatti, ma la sua conclusione è poco convinta. L’unica reale occasione degli ospiti è al 35′ quando Ruggeri S sale in contropiede, superando la difesa di casa e andando a cercare la porta in diagonale a tu per tu con Spitoni che con una bella parata, sventa il pericolo e trattiene a terra. Il Matelica ha l’occasione di chiudere avanti la prima frazione di gioco. Al 47′, infatti, Ercoli serve un cross sul secondo palo ad Api che di testa sbaglia di pochissimo. L’inizio della ripresa vede la compagine dell’allenatore Carucci più determinata e, per ben due volte in una manciata di secondi, Api si rende pericoloso dalle parti di Lori sfiorando la rete del vantaggio. Il gol è nell’aria e al 51′ sullo sviluppo di un calcio d’angolo Severini insacca di testa, sul secondo palo la rete dell’1-0. Da quel momento inutili sono i tentativi degli ospiti che cercano di reagire immediatamente per riacciuffare il pareggio, impegnando più volte nella propria metà il Matelica senza, però, mai rendersi realmente pericolosi. I tre fischi dell’arbitro arrivano dopo 3 minuti di recupero. Il Matelica più concreto e incisivo riesce così a portare a casa tre punti importanti in una partita altrettanto delicata contro una squadra a cui il tecnico Zaini non può rimproverare nulla. Unica pecca dell’incontro un arbitraggio che ha concesso troppo rischiando più volte di incattivire e innervosire la partita.

Il tabellino:

MATELICA: Spitoni 7, Campioni 6, Galuppa 6 (46′ Severini 7.5), Lazzoni 7, D’Addazio 7, Ercoli 7, Vitali 7, Colella 7, Api 7 (74’Jachetta 6.5), Cacciatore 7, Staffolani 7 (92’Cantarini). All: Carucci.

TOLENTINO: Lori 7, Paparoni 6, Ruggeri F 6, Kakuli 6, Silvestri 5.5(82’Fede), Moschetta 5.5, Ionni 6, Minopoli 6, Cognigni 6, Iachini 6, Ruggeri S 6(81′ Iori). All: Zaini.

Arbitro: Pashuku di Albano Laziale. Assistenti: Gasparrini di San Benedetto e Rossi di Jesi.

Marcatori: 51′ Severini.

Note: Spettatori circa 500. Ammoniti: Kakuli (T), D’Addazio (M), Cognigni (T). Angoli: 2-3. Recupero: 2’+3′.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X