Mazzata del giudice sportivo, il Camerino non ci sta e fa ricorso

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Mister Turchetti

Mister Turchetti del Camerino

di Sara Santacchi

Il Camerino non ci sta. Dopo l’ufficialità delle decisioni del giudice sportivo che, in seguito alla partita con il Caldarola, ha riservato al portiere Marsili 4 giornate, a Giri 3 giornate e all’attaccante Carradori (espulso dopo 3 minuti dall’inizio della partita per proteste) altre 3 giornate, nonché l’inibizione dai campi sportivi fino al 27 marzo per il presidente Domenico Quadraroli, si è inevitabilmente alzata la protesta da parte della società che sta preparando il ricorso. “E’, infatti, impossibile accettare decisioni del genere e così pesanti per ragioni per giunta incomprensibili – spiegano dalla società –  dal momento che quanto riportato nei referti non appartiene neanche alla verità. Il signor Vespertilli della sezione di Macerata ha, addirittura, scritto di essere stato obbligato a dover abbandonare l’impianto sportivo scortato dalle forze dell’ordine a causa del nervosismo delle tifoserie, quando in realtà, nonostante si trattasse di un derby molto sentito dal punto di vista agonistico, tra le due società non c’è stato alcun problema”. “Purtroppo oltre alle decisioni che abbiamo dovuto subire durante la partita – commenta l’allenatore Turchetti – che sono state inspiegabili (il Camerino ha chiuso l’incontro in 9), ciò che leggiamo dai referti ha a dir poco dell’incredibile. Si tratta di decisioni che ci penalizzano pesantemente e, in un momento così delicato del campionato, sono ancora più pesanti. Non si può accettare tutto ciò e soprattutto faccio un appello alla Federazione perché se la direzione del signor Vespertilli è quella che ha fatto vedere nella partita Caldarola-Camerino, ogni incontro si chiuderà con 7 giocatori in campo dato che non è possibile neanche parlare con lui. La società farà ricorso sicuramente, ma non si può continuare a dover subire decisioni arbitrali che non rappresentano più un episodio sporadico, ma stanno diventando continuative e addirittura quasi la normalità”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X