Capitan Lazzoni striglia il Matelica
“A Urbinelli buttati due punti”

ECCELLENZA - Il centrocampista biancorosso torna sulla rocambolesca sfida di domenica dove la capolista vinceva 3-0 fino al minuto 87
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il centrocampista Lazzoni

Il capitano del Matelica Lazzoni

 

di Sara Santacchi

“E’ giusto che io, in primis, in qualità di capitano e di più anziano del gruppo mi prenda la responsabilità per quanto accaduto contro l’Urbinelli” ci tiene a sottolineare questo il centrocampista, Massimiliano Lazzoni l’indomani il pareggio con l’A.R.Urbinelli, in cui il Matelica ha subito la rimonta nei sei minuti finali. “E’ normale che lasci un po’ l’amaro in bocca. Non per il pareggio che ci può stare, così come per la rimonta, che succede, ma per il modo in cui è avvenuta. Di certo, comunque, non intendo fare catastrofi per questo”.

Come valuta la partita di domenica?
“Abbiamo dominato per 86 minuti contro una squadra non semplice che sta dimostrando quanto vale. Purtroppo abbiamo pagato 7 minuti di totale back out, che non so definire diversamente se non così e io per primo mi prendo la responsabilità e faccio un mea culpa perché sono cose che non possono succedere in quel modo lì”.

Cosa pensa sia successo?
“Un calo di concentrazione totale ed è proprio in quei casi che deve uscire fuori il carattere e la forza soprattutto dei più anziani. Per questo ci tengo a dire questa cosa. Non è mia intenzione fare retorica, ma sono estremamente serio e allo stesso tempo sereno. Anche perché non si può rimproverare nulla in una partita in cui siamo stati impeccabili in ogni reparto. Penso che abbiamo risposto alla grande sul campo fino all’86’”.

E riguardo alla Biagio Nazzaro, che sta accorciando le distanze, cosa pensa?
“La Biagio è una grande squadra, come l’abbiamo sempre considerata, e per noi deve essere una motivazione in più per fare bene e continuare sulla nostra strada. Siamo tranquilli e siamo lì senza crearci problemi”.

Com’è il rapporto con il nuovo allenatore Carucci?
“Col mister lavoravamo già da sette mesi quindi non ci sono stati problemi. A mio avviso ha fatto un buon esordio: abbiamo dato subito una risposta forte sul campo e ci tengo a sottolineare il totale black out di quei 7 minuti. Lui sa il gruppo che ha alle spalle e che ha tutto il nostro appoggio. Può lavorare con una squadra che lotterà sempre fino alla fine”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X