Gennaio mese cruciale per la Recanatese

SERIE D - I leopardiani con Amiternina, Isernia, Renato Curi e San Nicolò si giocheranno una fetta di stagione contro le dirette rivali per la salvezza
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
recanatese_iesina_10-288x300

L’allenatore della Recanatese Mirko Omiccioli

Anche per oggi doppia sessione di lavoro per la Recanatese che domani pomeriggio (ore 15), al “Monaldi” di Porto Recanati, affronterà in amichevole la locale compagine che milita nel campionato di Promozione girone B. Hanno lavorato a parte sia Cavaliere che Giacchè, mentre Garcia e Latini hanno svolto lavoro con il gruppo, intervallato da allenamento differenziato. Per i giallorossi, che hanno chiuso il girone di andata al penultimo posto in classifica con 12 punti, saranno cruciali le prime quattro gare del girone di ritorno. Il team di Omiccioli incrocerà le armi con formazioni dirette concorrenti nella lotta per la salvezza che quest’anno si preannuncia più serrata, incerta ed avvincente rispetto al passato. I leopardiani esordiranno nel 2013 in casa contro l’Amiternina, poi trasferta ad Isernia. Nel match successivo ospite della Recanatese è la Renato Curi Angolana, poi giallorossi impegnati a Teramo contro il San Nicolò. Quattro scontri diretti che non ammettono ulteriori passi falsi, quattro sfide che potrebbero rilanciare la Recanatese nella lotta per la salvezza, quattro partite che costituiscono un crocevia fondamentale in questa stagione, quattro gare da affrontare con il coltello tra i denti. Gennaio mese chiave, quindi, per capire quali potranno essere le aspettative della Recanatese in questa stagione. La società strada facendo ha apportato dei correttivi alla rosa, inserendo elementi di esperienza e carisma, ingredienti imprescindibili in un campionato come la serie D dove, seppur esistendo l’obbligo di schierare quattro under, spesso sono proprio i giocatori più esperti, che vantano una lunga militanza nella categoria o, ancora meglio, in categorie superiori, a dare la classica svolta. E l’impressione in base alle ultime partite è che questa squadra può dare filo da torcere a chiunque, ha maggiore personalità e sicurezza nei propri mezzi, non trascurando il fatto che spesso mister Omiccioli ha dovuto fare i conti con assenze pesanti che, per carità, non debbono costituire un alibi, ma giocatori del calibro di Iacoponi (squalificato per quattro turni in seguito alle proteste post partitam contro il Termoli) possono risolvere la partita da un momento all’altro con una prodezza delle sue tipo quelle contro Isernia, Civitanovese o Termoli.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X