Beccato con eroina e marijuana
Arrestato 26enne maceratese

Matteo Meschini è stato catturato dagli agenti della Squadra Mobile dopo una breve fuga: ora si trova in carcere a Camerino. Un 28enne tunisino è stato fermato a Potenza Picena, doveva scontare oltre un anno per reati connessi allo spaccio rientrato in Italia nonostante l'espulsione
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
sequestro-droga

L’eroina, i semi di marijuana e il materiale per il confezionamento delle dosi sequestrati dalla polizia

di Filippo Ciccarelli

Continua incessante il lavoro delle forze dell’ordine per contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti nel territorio, anche alla luce delle recenti overdose che hanno colpito fatalmente alcuni giovani in città. Ieri mattinata, intorno all’ora di pranzo, alcuni agenti della squadra Mobile della polizia hanno cercato di fermare per un controllo Matteo Meschini, 26enne nativo di Ancona ma residente a Macerata, conosciuto come tossicodipendente e spacciatore. Secondo una segnalazione, il giovane avrebbe avuto in suo possesso un consistente quantitativo di droga; quando gli agenti lo hanno visto uscire da una casa in via Roma hanno cercato di fermarlo, ma Meschini, resosi conto della situazione, ha tentato di fuggire. Un poliziotto, però, è riuscito a bloccarlo dopo qualche istante, e così si è proceduto alla perquisizione dell’abitazione in uso al giovane. Qui, i controlli degli agenti, hanno fatto emergere un involucro in plastica all’interno del quale era contenuta eroina allo stato solido per un peso complessivo di quasi 17 grammi. Dalla perquisizione domiciliare sono spuntati fuori anche 20 grammi di semi di marijuana, oltre a sostanze per tagliare lo stupefacente e a coltelli, accendini, dischetti di nylon che vengono tipicamente usati per confezionarlo in dosi. Meschini è stato dichiarato in arresto e, su disposizione del pubblico ministero, è stato trasferito al carcere di Camerino dove ora è a disposizione della magistratura. Alla stazione di Porto Potenza gli agenti hanno invece individuato un 28enne tunisino, Y.I., destinatario di un provvedimento di cattura per reati in materia di stupefacenti. E’ stato portato nel carcere di Montacuto, dove finirà di scontare la pena residua di 1 anno e 7 mesi di reclusione, oltre ad una multa di 12mila euro: nell’occasione della sua cattura lo straniero, già espulso dal territorio nazionale e dunque rientrato clandestinamente, ha tentato di sottrarsi alle ricerche esibendo un passaporto falso. E’ stato denunciato anche per questo reato alla Procura della Repubblica.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X