Supplementari fatali al Matelica
La Coppa è della Fermana

ECCELLENZA - Decisiva la rete di Attadia (appena entrato) al 94'. Per i canarini la chance di approdare in D tramite la fase nazionale, Cacciatore e compagni masticano amaro ma il loro mirino vira sul campionato dove sono saldamente in vetta
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Fermana-festeggia

La Fermana festeggia la conquista della Coppa Italia d’Eccellenza

di Sara Santacchi

La Coppa Italia d’Eccellenza, di scena sul neutro di Chiaravalle, va alla Fermana che dopo una partita tirata ed equilibrata, giocata fino ai tempi supplementari, riesce a far suo il torneo segnando al 94’ la rete del vantaggio con Attadia.

La cronaca: primi minuti di studio tra le due compagini che partono piano. All’8’ D’Addazio in area, sullo sviluppo di un calcio d’angolo, di testa cerca la porta schiacciando a terra, ma sul rimbalzo Chessari trattiene. La Fermana prova ad andare in avanti, ma la difesa matelicese è brava a spazzare. Al 37’ Bolzan M. si rende pericoloso con una conclusione dal limite dell’area, ma Spitoni si supera e riesce in tuffo a trattenere. Nella ripresa tutto o quasi invariato, anche se si cominciano ad alzare i ritmi. Al 46’ è subito del Matelica la prima occasione con Colella che prova a cercare la porta dalla tre quarti campo avversaria, ma Chessari in salto trattiene. Risponde la Fermana al 47’ con Fabiani che in rovesciata dal limite dell’area spedisce la sfera di poco fuori. Al 48’ è ancora Bolzan M a rendersi pericoloso con un diagonale che Spitoni riesce a trattenere. Al 51’ si presenta una grandissima occasione alla compagine del tecnico Spuri Forotti, forse la più nitida dell’incontro: Staffolani avanza infatti dalla tre quarti campo avversaria superando la difesa, si porta a tu per tu col portiere, ma spedisce il suo tiro tra le braccia dell’estremo difensore avversario. Si giunge al 62’ quando Gentile commette un brutto fallo ai danni di Colella che dopo le prime cure è costretto ad abbandonare il campo. La partita si inizia così a innervosire. Al 69’ Vitali sfrutta la ribattuta di un calcio d’angolo provando un tiro cross da fuori area che spedisce di poco fuori. L’ultima occasione dei minuti regolamentari è al 78’ quando Pirro prova a andare in avanti, ma Spitoni in uscita lo blocca. Si va ai supplementari e al 94’ Attadia in area, di testa è abile a sfruttare un assist dalla destra infilando la rete dell’1-0. Il Matelica cerca di reagire, ma i suoi sforzi sono vanificati fino al 115’ quando si presenta l’ultima ghiottissima occasione di riportare il pareggio: Zaccagnini serve un cross in area che dopo un batti e ribatti, è colpito da Jachetta che svirgola la sfera mandandola fuori. I tre fischi dell’arbitro sanciscono la definitiva vittoria della Fermana che alza la coppa e approda alle fasi nazionali dove cercherà il lascia passare per la serie D.

il tabellino:

FERMANA: Chessari 6.5, Matera 6, Gentile 5.5, Perra 6.5, Cudini 6, Bolzan D. 6, Tartabini 6, Mangiola 6, Pirro 6.5, Bolzan M 6.5 (89’ Attadia 7), Fabiani 6 (72’ Vitali D. 6). All: Giudici.

MATELICA: Spitoni 6.5, Boria 6.5, Severini 6, Cantarini 6 (102’ Trudo 6), D’Addazio 6.5, Ercoli 6.5, Vitali 6, Lazzoni 6, Colella 6 (69’ Zaccagnini 6), Cacciatore 6, Staffolani 6 (110’ Jachetta 5.5). All: Spuri Forotti.

Arbitro: Rossetti di Ancona 6.

Marcatori: 94’ Attadia.

Note: Spettatori circa 1500. Ammoniti: Gentile, Pesa, Vitali, Severini, Bolzan, Matera, Tartabini. Espulsi: Vitali. Angoli: 2-5. Recupero: 0+3’.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X