A Fossombrone arriva un’altra vittoria
Il Matelica vola a +10

ECCELLENZA - Prosegue la marcia della capolista. Gol partita nel finale di Cacciatore dopo l espulsione contestata di D’Addazio
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Lattaccante-del-Matelica-Cacciatore

L’attaccante del Matelica Cacciatore

di Sara Santacchi

Il Matelica torna da Fossombrone, nella sfida con la locale formazione, con tre punti da incorniciare al seguito di una sfida non semplice che lo ha visto andare in inferiorità numerica al 70’, a causa dell’espulsione di D’Addazio, risultata molto contestata, e con una grande dimostrazione di carattere riuscire a trovare la rete del vantaggio all’84’ con Cacciatore.

La cronaca: la prima occasione è per il Matelica al 9’ quando Cacciatore cerca Api che, in area, salta l’avversario e prova la conclusione che va a sfiorare la traversa. All’11’ ci prova Cacciatore dalla distanza, ma sbaglia di poco. Al 12’ si fa vedere la Forsempronese con Cinotti che, in area, risponde a un calcio d’angolo  di testa mandando la sfera di poco fuori il palo esterno sinistro. Il risultato potrebbe sbloccarsi al 25’ quando Baleani va a segno, sullo sviluppo di un calcio d’angolo. L’arbitro, però, fischia annullando la rete per un fallo della difesa ospite ai danni di Ercoli, atterrato in area. Ancora al 28’ Luchetti  prova il tiro, in area, ma Spitoni c’è. Nessun’altra emozione nei restanti minuti della prima frazione di gioco.

Succede tutto nella ripresa. Al 49’ Piciotti prova il tiro dal limite dell’area, ma Eusepi trattiene in due tempi. Dopo solo un minuto è Api ad avere una grande occasione. In area si libera, infatti, del portiere e cerca la porta, la difesa locale spazza, ma sulla ribattuta è ancora il 9 a riprovare la conclusione che Eusepi trattiene. Al 52’ risponde la Forsempronese con Belkaid che realizza un tiro cross dalla bandierina, andando direttamente a porta, ma Spitoni allontana con i pugni. Al 60’ cross in area di Piciotti, la difesa allontana, ma Api intercetta il tiro e in volo sfiora la rete con un bel destro che Eusepi riesce a respingere. Il risultato sembra non sbloccarsi e al 70’ il direttore di gara, per un fallo su Luchetti ad opera di Severini, tira fuori il secondo cartellino giallo per D’Addazio vicino al difensore avversario, che per somma di ammonizioni è quindi espulso. Qualche minuto di comprensibile nervosismo per questa decisione molto contestata. La Forsempronese in 11 contro 10 cerca di sfruttare gli spazi senza, però, rendersi mai realmente pericolosa contro un Matelica che tira fuori gli artigli. E proprio all’84’ Cacciatore, servito da Colella appena entrato, dal limite dell’area spedisce con un bel destro la sfera a gonfiare la rete dell’1-0. I padroni di casa s’innervosiscono e al 92’ Menconi è a sua volta espulso per somma di ammonizione, dopo un fallo ai danni i Trudo. Il match si chiude con l’ultima emozione siglata da Colella. Avanza, infatti, dalla metà campo e, dopo uno scambio con Cacciatore, a tu per tu col portiere spedisce un gran tiro che Eusepi riesce a parare con una parata magistrale. I tre fischi dell’arbitro fanno esplodere i tanti accorsi da Matelica. La compagine di mister Spuri Forotti guadagna così l’undicesima vittoria che gli permette di portarsi a +10 dalle dirette inseguitrici.

Il tabellino:

FORSEMPRONESE: Eusepi, Luchetti M, Sannipoli, Giorgini, Piersanti, Baleani (88’Marcolini), Pagliari (82’ Rosetti), Menconi, Cinotti, Belkaid, Luchetti (77’Cecchini). All: Fucili.

MATELICA: Spitoni, Boria, Silvestrini, Cantarini (82’Colella), D’Addazio, Ercoli, Piciotti, Lazzoni, Api (74’ Zaccagnini), Cacciatore, Jachetta (56’ Trudo). All: Spuri Forotti.

Arbitro: Piersimoni di AP.

Marcatori: Cacciatore 84’.

Note: spettatori circa 300. Ammoniti: Cacciatore (M), Giorgini (F), Pagliari (F). Espulsioni: per somma di ammonizioni D’Addazio (M), Menconi (F). Angoli: 8-2. Recupero: 1’+4’.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X