Riprende la marcia della capolista Matelica
Api, Cacciatore e Staffolani affondano la Vigor

ECCELLENZA - Dopo il ko di Cagli, vittoria per 4 a 0 contro la formazione di Senigallia. Il vantaggio della truppa di Spuri Forotti sulle seconde diventa di nove punti
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Matelica-esulta-dopo-il-gol

Il Matelica può esultare per la bella vittoria contro la Vigor Senigallia

di Sara Santacchi

Il Matelica torna alla vittoria davanti al suo pubblico, mettendo a segno un poker con la Vigor Senigallia che non può nulla contro gli uomini di mister Spuri Forotti e dà una dimostrazione di gran carattere, quella che serviva dopo la battuta d’arresto di Cagli. Il sole torna a splendere e le reti di Staffolani, Api, Cacciatore e l’autorete del difensore Ruggieri regalano al Matelica la decima vittoria, dopo dodici giornate del campionato d’Eccellenza.

La cronaca: il primo tempo non regala grandi emozioni, con le due compagini intente a studiarsi e impostare il gioco. Al 7’ Staffolani dal limite dell’area serve un assist perfetto ad Api che prova il tiro dalla destra, ma Moscatelli salva. Dopo solo un minuto è ancora l’11 di casa a cercare la conclusione dal limite, ma la sfera è spedita di poco alta sopra la traversa. Gli ospiti si gestiscono bene e al 18’ Coppa servito da centrocampo è ben piazzato in area, ma D’Addazio spazza. I padroni di casa sfiorano la rete al 36’ quando Cacciatore ruba palla a Pandolfi e lancia Api che in area manda fuori di un soffio. È proprio sul finire della prima frazione di gioco che Staffolani servito da sinistra, con un bel destro a tu per tu col portiere segna la rete dell’1-0. La ripresa vede rientrare in campo un Matelica più deciso e abile a fare la partita contro una Vigor Senigallia che, comunque, non può rimproverare niente ai suoi. Al 49’, infatti, Pandolfi con una punizione dal limite dell’area, sbaglia di poco. I padroni di casa ingranano e al 52’ Saffolani cerca Api che, lanciato in area, è atterrato da Moscatelli. Giallo per lui e rigore per il Matelica. È proprio Api a presentarsi sul dischetto e non sbaglia realizzando il 2-0.  Si giunge al 59’ quando Cacciatore, servito dalla destra, mette a segno un capolavoro: in area stoppa di petto e in rovesciata spedisce la sfera sull’interno del palo, quindi in rete. 3-0. La partita è ormai in mano alla compagine di casa e al 75’ Jachetta cerca Api che è disturbato da Moscatella, ci riprova quindi il 9 biancorosso, ma l’estremo difensore ospite respinge ancora. L’ultima emozione è all’86’ quando Cacciatore scambia con Api che sembra andare a porta, ma va a cercare di nuovo il compagno e il suo passaggio è intercettato da Ruggieri, rientrato in difesa, che segna la rete del definitivo 4-0. Il Matelica torna a sorridere e allunga ulteriormente le distanze sulle dirette inseguitrici. Ci sono, però, solo un paio di giorni per recuperare perché mercoledì alle 14.30 si tornerà in campo per il ritorno della semifinale di Coppa Italia, contro la Forsempronese.

Il tabellino:
MATELICA: 4
VIGOR SENIGALLIA: 0

MATELICA: Spitoni, Silvestrini, Severini, Lazzoni (88’ Zaccagnini), D’addazio, Ercoli, Vitali (59’ Piciotti), Cantarini, Api, Cacciatore, Staffolani (59’ Jachetta). All: Spuri Forotti.

VIGOR SENIGALLIA: Moscatelli, Ruggieri, Gregorini, Tinti (52’ Rossetti), Savelli, Tombari, Pandolfi, Guerra, Pesaresi, Coppa (64’Bittoni), Morganti (70’ Carboni). All: Clementi.

Arbitro: De Luca di Pesaro. Assistenti: Santirocco di San Benedetto e Mazza di Fermo.

Marcatori: 45’ Saffolani, 52’ Api, 59’ Cacciatore, Ruggieri 86’(autogol).

Note: Spettatori circa 500. Ammoniti: Coppa, Pandolfi, Savelli, Moscatelli. Angoli: 4-4. Recupero: 1’+0’.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X