Cosmetal più forte della sfortuna
Roana superata in quattro set

VOLLEY FEMMINILE B2 - Partita equilibrata dall'inizio alla fine, le leopardiane vincono nonostante alcune defezioni importanti
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Un-attacco-di-Elisa-Giorgi

Un attacco di Elisa Giorgi dell’Acqua Roana

In una gelida Patrizi va in scena il derby della provincia di Macerata nel campionato di serie B2, per gli sponsor lo si potrebbe definire il “derby delle acque”, Cosmetal contro Roana, ci piace pensare invece a due aziende che credono in questo sport. Un derby, seppur delle acque, accende passioni ed a volte racconta storie di sport indelebili e questa gara non fa eccezione: vince infatti con un netto 3-1 una incerottata Cosmetal Recanati che risorge dopo una settimana di passione dove gli infortuni si sono susseguiti fino all’allenamento di rifinitura dove la palleggiatrice Giorgi è costretta al forfait. Due sono i motivi dominanti di una gara giocata più sull’intensità emotiva che sul bel gioco, come spesso accade in queste partite; il primo è il servizio. Recanati serve meglio, usa in modo tattico la sua battuta e si occupa di limitare così il gioco avversario. L’altro motivo è il collettivo: e di nuovo le Leopardiane mettono qualcosa in più sul parquet, coach Paniconi dimostra di avere nelle mani un gruppo di atlete di alto livello e di saperle gestire, per nulla scoraggiato dalle precarie condizioni fisiche di buona parte della squadra ruota, sceglie e recupera atlete. Questo non riesce a Villa Potenza dove, centrali a parte, è la sola Foglia a non mollare fino alla fine.
Al fischio d’inizio si affrontano i sestetti: Mengascini-Orazi, Fedeli-Malavolta, Ciavaglia-Lombardi con il libero Morgoni per la Cosmetal. L’acqua Roana Mosca si oppone con Storani-Foglia, Giorgi-Romani, Lombardi- Verolo assistite dal libero Cento. La gara si svolge per tutti i set in modo quasi identico, piccoli break, fughe riprese, i parziali si concludono sul filo di lana. Apre bene Villa, mentre la Cosmetal fatica a trovare gli equilibri in campo, il set è una continua rincorsa, Recanati avanti 20-13 si fa raggiungere quando le ospiti sfruttano il turno di battuta della Giorgi e sull’inerzia completano la rimonta e conducono in porto il set. Seguono tre set fotocopia, dove la Cosmetal limita gli errori, Villa invece diventa fallosa, soffre sempre più la pressione del servizio, sovraccarica di lavoro le bande che finiscono per perdere il ritmo e l’incisività. Peggiorano anche le percentuali in ricezione così che la Storani non riesce a sfruttare il gioco al centro. Si ricorre alla panchina, fra tutte quelle che entrano a far parte della tenzone ci piace segnalare la centrale Beldomenico che torna a disposizione di Recanati dopo un lungo infortunio. Forse il suo grido liberatorio quando mette a terra uno splendido primo tempo è il giusto preludio alla gioia finale, quando la palla che fa la differenza cade in campo maceratese: la Cosmetal festeggia e ne ha motivo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X