Staffolani entra, segna
e lancia la fuga del Matelica

ECCELLENZA - Partita rocambolesca al Pirani di Grottammare con i biancorossi avanti 2-0 e poi raggiunti, prima del guizzo decisivo del bomber. Il primo posto si fortifica con sei punti di vantaggio sulla Fermana
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Grottammare-Matelica

Un’immagine della sfida Grottammare-Matelica

di Sara Santacchi

Partita al cardiopalma quella al “Pirani” di Grottammare in cui il Matelica, ancora senza Lazzoni, Trudo e Severini, riesce a espugnare il terreno piceno (3-2 il finale) grazie alle reti di D’Addazio, Cacciatore e il neo acquisto Staffolani. Una bella sfida che vede gli ospiti in vantaggio alla fine del primo tempo, ma sul 2-0, nella ripresa, gli uomini di Spuri Forotti sono raggiunti dai padroni di casa, ai quali non è dato neanche il tempo di gioire da Staffolani che incornicia il suo esordio con la rete del definitivo 3-2.

La cronaca: il Matelica passa in vantaggio dopo solo un minuto di gioco. Cacciatore su calcio di punizione dalla sinistra, infatti, crossa in area dove D’Addazio intercetta di testa e insacca la rete dell’1-0. Il Grottammare fa la sua parte e 12’ ha una bella occasione su calcio di punizione da fuori area, centrale: Nardini mira a porta, ma Spitoni in tuffo respinge magistralmente. Il Matelica non si accontenta e al 25’ è Api che lanciato in avanti, disturbato dall’avversario, serve Cacciatore in area che con un destro imparabile spedisce la sfera a gonfiare la rete del 2-0. Al 33’ è ancora 10 ospite a rendersi pericoloso. Servito da Api, infatti, prova la conclusione dal limite dell’area, ma Di Nardo in tuffo salva. Il restante quarto d’ora della prima frazione di gioco si conclude così sul parziale 2-0. Nella ripresa si presenta subito una grande occasione al Matelica, al 50’, con Api che davanti al portiere non arriva convinto sulla sfera sciupando la possibilità di segnare il terzo gol. Il Grottammare si mostra più deciso e al 54’ si rende pericoloso con Nardini che in area piccola manda la sfera fuori palo esterno destro. Replica al 25’ Rosa che sullo sviluppo di un calcio d’angolo schiaccia a terra di testa, ma sul rimbalzo Spitoni non si fa trovare impreparato. E’ lo stesso Ludovisi al 31’ che ancora di testa prova a cercare la porta. Spitoni sembra bloccare la sfera sulla linea, ma il direttore di gara assegna il gol del 2-1. I padroni di casa accorciano le distanze e dopo solo quattro minuti, al 35’ il destro di Ludovisi ristabilisce il momentaneo pareggio: 2-2. Il Grottammare non ha neanche il tempo per esultare che Staffolani servito da Cacciatore, avanza indisturbato in avanti e a tu per tu col portiere non sbaglia saltando il n 1 di casa e andando a segnare la rete del definitivo 3-2. I tre fischi dell’arbitro arrivano dopo quattro minuti di recupero. Tre punti che permettono al Matelica di mantenere la vetta indisturbata e allunga le distanze sulle dirette inseguitrici. La squadra di Spuri Forotti tornerà, poi, in campo giovedì 1 novembre per la semifinale di Coppa Italia contro la Forsempronese.

Il tabellino:
GROTTAMMARE: Di Nardo 6, Pagliarini 5.5, Monaco 5.5, Schicchi 5.5, Capriotti 6.5, Adamoli 6, Frattali 5.5 (39’ Calvaresi 6), Gaibo 7, Ludovisi 6.5, Nardini 6, Rosa 6.5. All: De Amicis.
MATELICA: Spitoni 7, Silvestrini 6.5, Rocchegiani 6.5, Cantarini 6, D’Addazio 7.5, Ercoli 7.5, Ciuffetti 6.5, Colella 7, Api 6.5 (75’ Staffolani 7) , Cacciatore  7.5(87’ Zaccagnini s.v), Jachetta 6 (84’ Ruggeri s.v.). All: Spuri Forotti.
Arbitro: Catucci di Foggia. Assistenti: De Gennaro di Pesaro e Cordella di Pesaro
Note: Spettatori circa 400. Ammoniti: Adamoli (G), Colella (M), Silvestrini(M). Angoli: 9-0. Recupero: 1’+4’.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X