Recanatese in crisi di gioco e risultati
La società torna sul mercato

SERIE D - La formazione di mister Baldarelli è reduce da quattro sconfitte consecutive che l'hanno relegata nelle ultime posizioni della graduatoria
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Baldarelli-e-Virgili

Mister Baldarelli con il preparatore atletico Virgili

di Mauro Nardi

Quattro sconfitte di fila contornate da dodici gol incassati e solo tre realizzati, di cui uno su calcio di rigore. E’ un biglietto da visita tutt’altro che invidiabile quello che la Recanatese presenterà domenica allo stadio Del Conero di Ancona nel primo di tre derby consecutivi. Il momento in casa giallo – rossa non è dei piu’ rosei e il calendario non aiuta certo i ragazzi di mister Baldarelli che sono chiamati a raccogliere punti per risollevarsi da una classifica preoccupante. Con soli sei punti i leopardiani sono infatti in terz’ultima posizione, a sole tre lunghezze di vantaggio dal fanalino di coda Città di Marino che proprio contro l’Ancona ha dimostrato di non voler recitare il ruolo di vittima sacrificale della serie D girone F. In casa della vice capolista la Recanatese è chiamata a compiere il miracolo, conscia di avere dalla sua una tradizione favorevole in terra anconetana. Nelle uniche due gare ufficiali disputate al Del Conero Patrizi e compagni sono usciti sempre imbattuti: 2-2 nella passata stagione con i gol di Chicco e Zannini, 0-0 quest’estate nel secondo turno della Coppa Italia (gli anconetani hanno poi passato il turno ai calci di rigore). Per provare ad allungare il trand positivo in casa bianco – rossa il mister sta seriamente valutando un atteggiamento piu’ prudente. “Sto pensando di giocare con la difesa a cinque, bisogna porre fine a  questi gol a raffica che subiamo – ha detto Baldarelli, il quale auspica qualche movimento in entrata per rendere maggiormente competitivo l’organico – la società si è detta disponibile ad intervenire sul mercato anche dopo l’arrivo di Paniccià. Vogliamo la salvezza e cercheremo in ogni modo di centrarla“. Alla ripresa degli allenamenti dopo la batosta con l’Olympia Agnonese, il mister ha catechizzato la squadra. “Pretendo di più dai ragazzi, non accetto che smettano di lottare davanti al primo ostacolo, arrendersi non fa parte del mio vocabolario – continua Baldarelli – domenica abbiamo smarrito la bussola dopo il primo gol, e questo capita oramai da alcune settimane con una sistematicità che mi preoccupa. Non abbiamo combattuto ed una squadra senza agonismo fa poca strada. Siamo la formazione con meno ammonizioni del girone, un dato negativo perché significa che non siamo portati alla battaglia e questo campionato la richiede sempre”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X