Auto d’epoca, Gianpaolo Paciaroni trionfa a San Sepolcro

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Lauto-di-Paciaroni

L’auto del settempedano Paciaroni

Al 74enne Gianpaolo Paciaroni non è più sufficiente vincere. Vuole stravincere. E lo ha fatto alla grande, al 13° Trofeo Pieve di Sansepolcro per auto d’epoca, in Toscana, con al fianco il giovane navigatore Lorenzo Rotini, imponendosi nella classifica finale della manifestazione, valevole per il prestigioso Super Trofeo Zanon, per bissare in un’altra gara all’interno del citato Trofeo Pieve. Nella competizione canonica rientrante nel novero del Super Trofeo Zanon, il pilota settempedano, al volante della consueta A112 Abarth del 1979, ha messo in riga tutti, a partire dal reatino Alberto Pirri, per proseguire con il compagno di team, quel Luigi Senigagliesi del Caem presieduto dal concittadino Pietro Caglini, allungando così nella classifica generale del Trofeo Zanon in cui, con 5 vittorie ed un secondo posto in 6 gare, vede il successo generale dietro l’angolo. Non pago della cinquina nello Zanon, tuttavia, lo specialista sanseverinate ha bissato nella Salita dello Spino, una gara nella gara con 8 prove speciali. “Sono contento soprattutto per il rilievo cronometrico nel Trofeo Pieve – ha dichiarato al termine della due giorni in terra toscana Paciaroni – perché ho accusato soltanto 121 penalità, con una media errore di 4 centesimi di secondo che migliora quella di 4 centesimi e 9 millesimi che ho fatto registrare nella iniziale prova di Trento”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X