Mercoledì a San Severino triangolare con Settempeda, Serralta e Aurora

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Ezio-Carbone

Ezio Carbone

La Settempeda vanifica le residue speranze di un passaggio del turno in Coppa Italia di Promozione a Treia, contro l’Aurora dell’ex Giuliano Fondati decisamente più motivata e che alla fine si impone per 3-1, dopo il secco 3-0 del primo tempo. Davanti al baby Romagnoli mister Carassai ha disposto Amarildo, Mulinari, Piccinini e Farroni in una linea difensiva a 4. A centrocampo l’under Meschini a destra, Mengani e Rocci al centro e Menichelli avanzato rispetto alla sua originaria posizione a sinistra. Di punta l’estroso Ben Djemia ed “El Caballo” Magnani. “Nel corso del primo tempo gli esperimenti non hanno dato i frutti sperati – ha commentato nel dopo gara il responsabile dell’area tecnica Giorgio Crocetti – ed anche gli innesti dalla panchina avvenuti nella ripresa non hanno mutato nella sostanza l’andamento del confronto, anche se nel corso della seconda metà di gara ha colpito Ezio Carbone”. Troppo poco il gol della bandiera per i biancorossi e troppi, invece, i pericoli corsi dall’undici settempedano nella prima frazione, nel corso della quale i gol al passivo avrebbero potuto anche essere in misura superiore ai 3 effettivamente incassati. Così non va. Prima dell’esordio in campionato di sabato prossimo con il Casette Verdini, un match che si profila già delicato perché il torneo di una neopromossa è importante sia positivo dall’avvio, mentre il calendario non è stato benevolo con la Settempeda, avendole imposto Casette e la quotatissima Folgore Falerone fuori casa, Atletico Truentina e la tosta Potenza Picena fra le mura amiche nel primo mese, la formazione di Carassai sarà impegnata mercoledì prossimo, 5 settembre (ore 20.30), in un triangolare amichevole con il Serralta di mister Biciuffi (1^ Cat.), reduce dal nulla di fatto casalingo di Coppa Marche 1 con il Fabriano, e l’Aurora San Severino di Crescentini (3^ Cat.). Per cercare di trovare la quadratura del cerchio e soprattutto fare il punto sulla delicata situazione infortunati, dato che contro l’Aurora Treia sono rimaste in infermeria diverse pedine di peso quali Thiam, Maccari, Passarini, Ruggeri e Skelzen. Duro lavoro in vista, quindi, anche per i sanitari settempedani per tentare di offrire al trainer un ventaglio di scelte meno obbligate di quelle di sabato scorso in Coppa Italia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X