Maceratese, summit in Questura
per portare a 6000 posti
la capienza dell’Helvia Recina

SERIE D - Il presidente Maria Francesca Tardella: "Non possiamo permetterci di lasciare fuori le tifoserie ospiti"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Il presidente della Maceratese Maria Francesca Tardella

 

di Andrea Busiello

Si è svolto in mattinata il tanto atteso summit tra il questore di Macerata Roberto Gentile, il presidente della Maceratese Maria Francesca Tardella e l’assessore allo sport del Comune di Macerata Alferio Canesin per cercare di risolvere i problemi legati alla questione stadio e in particolare cercare di effettuare tutti gli accorgimenti possibili affinchè le tifoserie ospiti possano entrare all’Helvia Recina.

Da parte del questore – commenta il presidente Tardella – ho notato una grandissima disponibilità. La capienza dell’Helvia Recina a tutt’oggi è di 3970 mentre l’intenzione è quella di portarla a 6000″. Come bisogna fare? “Bisogna creare una sorta di cuscinetto, non necessariamente in plexigras, che crei un’intercapedine tra la tifoseria ospite e la gradinata. La soluzione migliore potrebbe essere quella di realizzare un’inferriata con una rete piuttosto alta che possa dividere i due settori. Il costo dell’operazione non è particolarmente esoso (si parla di 10 mila euro, ndr) ma purtroppo i tempi sono ridotti e bisogna muoversi subito. Con il Questore ci siamo dati appuntamento ai primi giorni di luglio per aggiornare la situazione”.

Il questore Roberto Gentile

A questo punto diventa fondamentale l’aiuto del Comune di Macerata: “Si, i tempi stringono e una società come la nostra non può assolutamente permettersi di non ospitare le tifoserie all’Helvia Recina. La palla passa al Comune e mi auguro che in tempi brevissimi ci possiamo incontrare anche con il sindaco per il bene della Maceratese”.

L’assessore allo sport Alferio Canesin



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X