Serralta in campo a Collemarino
a caccia dell’impresa

PLAY OFF SECONDA CATEGORIA - Domani alle 16.30 la sfida decisiva per l'accesso al triangolare finale
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
BICIUFFI-PAOLO-ALLEN

Paolo Biciuffi, allenatore del Serralta

Il momento della verità è arrivato! Sarà, infatti, questo fine settimana a dire se il sogno che sta vivendo il Serralta potrà continuare e farsi più corposo, oppure lo si vedrà svanire. Squadra gialloblù che è chiamata all’ultimo turno del girone delle vincenti dei play off che decreterà la formazione qualificata all’ultimo e decisivo girone (a tre) che metterà in palio l’ambito traguardo della Prima Categoria. L’appuntamento è a Collemarino (AN), dove il Serralta se la dovrà vedere con i padroni di casa (domani ore 16.30) in una sfida che si è trasformata in una vera e propria finale. Le due squadre arrivando alla sfida con 3 punti a testa, dopo i successi sulla Vis Faleria (2-0 il Serralta, 2-1 il Collemarino), dovranno affrontarsi in 90’ da dentro o fuori, dove non saranno ammessi errori, tatticismi e calcoli; alla fine una dovrà vincere, nei tempi regolamentari o ai rigori (se parità al novantesimo). Detto ciò si può capire l’importanza di una partita che promette molto e che sarà combattuta, equilibrata e al di fuori di qualsiasi pronostico, dunque da tripla. Piccolo vantaggio potrebbe esserci per il Collemarino che potrà giocare sul terreno amico, vera roccaforte per gli anconetani dato che in stagione non vi hanno ancora perso (12 vinte e 3 pari) e ciò potrebbe essere un ostacolo in più per Biciuffi e i suoi, oltre al fatto di doversela vedere con un avversario importante e di valore. “Formazione organizzata, quadrata, esperta, che gioca un calcio simile al nostro fatto di velocità, specie con le due punte, concretezza e cinismo – dice Biciuffi dei rivali – Squadra che mi ha fatto un’ottima impressione e non sarà certo semplice affrontarla, anche se giunti a questo punto è difficile trovare rivali non di valore, ed è certo che meriterà rispetto ed attenzione”. Collemarino imbattuto in casa e dovendo giocare lì, è un aspetto che ti preoccupa? “Non più di tanto. E’ certo che il fatto di poter disputare questa decisiva sfida in casa, dove hanno messo insieme un’ottima media, può dar loro un certo vantaggio e, se vogliamo, anche grazie al terreno in sintetico a cui sono abituati, però queste cose non ci dovranno interessare troppo e non dovremo pensarci. Per noi conterà un unico aspetto: guardare unicamente a questi 90’ e cercare di dare il massimo fino in fondo”. Partita che si è trasformata in una vera finale: “Visti i due risultati precedenti questo è uno spareggio in piena regola-conferma Biciuffi – e comporterà una gara dove saranno vietati i calcoli, sia per la differenza reti che per un pareggio. In definitiva sembra la replica della finale play off di Muccia in cui eravamo costretti a vincere e non c’era spazio per pareggiare pena l’eliminazione, mentre adesso, sostanziale differenza, con tale risultato avremmo i rigori a cui aggrapparci per cercare di passare il turno”. A proposito mister, hai già pensato a questa eventualità? “So bene che è un ipotesi da tenere in considerazione, sarebbe una lotteria con esito incertissimo, chance equamente divise cioè un 50 e 50. In questi casi può davvero succedere di tutto, anche se i portieri avrebbero un ruolo determinante, specie se esperti e bravi come i due che saranno in campo. Comunque è scontato dire che preferirei chiudere il discorso entro i 90’, anche perché poi nella serie dal dischetto la potrebbe spuntare la squadra meno meritevole; inoltre tanti fattori entrano in gioco, le variabili sono tante, i giocatori possono venir condizionati da innumerevoli aspetti e poi diciamo la verità, le squadre a questi livelli sono poco abituate a tirarli”. Gara importantissima e senza appello. Che Serralta ci vorrà? “Il solito, ovvero quello che ci ha abituato a belle imprese, a buone prestazioni e quello capace di imporsi con le sue doti migliori che, peraltro, abbiamo ampiamente visto nei play off e anche sabato scorso. Ci va bene dover giocare senza assilli, senza pressioni, ma solo con la consapevolezza di stare concentrati su un unico impegno e di dover dare tutto in 90’ per poter arrivare a centrare un unico e grande obiettivo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X