Fabi Cannella sulla squalifica
“Ho sbagliato ma quattro giornate sono eccessive”

SERIE D - Il difensore della Civitanovese non ha digerito il responso del giudice sportivo dopo l'espulsione rimediata a Jesi. Domenica al Polisportivo arriva l'ostica Olympia Agnonese
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
fabicannellamatteo

Matteo Fabi Cannella

di Laura Barbato

Continua a sognare la Civitanovese di Cornacchini che dopo la vittoria in quel di Jesi può permettersi il lusso di guardare quasi tutti dall’alto. I tre punti conquistati contro la Jesina, grazie al gol di Trillini, fanno salire i rossoblu a quota 55 punti, il che significa secondo posto in classifica. Nonostante l’entusiasmo alle stelle, soprattutto per aver superato i dorici, la compagine di Cornacchini non può permettersi distrazioni. Domenica infatti al Polisportivo arriva un avversario ostico: l’Agnonese, che all’andata aveva rifilato a Buonaventura e compagni tre reti. Intanto è arrivata anche la sentenza del giudice sportivo che costringe il mister a dover rinunciare a Fabi Cannella per ben quattro giornate: “Per avere, a gioco in svolgimento ma con il pallone lontano dall’azione, colpito con una testata un calciatore avversario. Alla notifica del provvedimento di espulsione si dirigeva correndo e con atteggiamento minaccioso in direzione dell’arbitro contro il quale inveiva venendo fermato dai propri compagni di squadra”.

Fabi Cannella, partiamo proprio da questa squalifica …
“Sono rimasto molto sorpreso quando ho saputo delle quattro giornate, che a mio avviso sono eccessive; quando sono stato buttato fuori ho capito di aver sbagliato ma non immaginavo tanto. Spero in un eventuale ricorso, anche se il massimo che si potrà fare è annullare una giornata”.

Cosa è successo in campo?
“Io ero troppo nervoso e mi sono attaccato con un giocatore avversario, faccia a faccia. Lui è stato sicuramente più furbo di me nel buttarsi a terra e io invece troppo ingenuo nel fare una scenata all’arbitro”.

Veniamo alle note decisamente più positive: anche in dieci la squadra ha vinto e ha conquistato il secondo posto …
“Fortunatamente i miei compagni hanno vinto anche per me e di questo sono molto felice. Abbiamo dimostrato ancora una volta di avere grande carattere, a Jesi abbiamo corso tanto e ci siamo meritati non solo la vittoria ma anche il secondo posto”.

Mancano sette giornate alla fine del torneo e la Civitanovese non potrà contare su di lei …
“Questo è senza dubbio il rammarico più grande. Mi dispiace di non poter aiutare la mia squadra in questo rush finale”.

Domenica al Polisportivo arriva l’Agnonese, che partita si aspetta, ricordando che all’andata avete subito una dura sconfitta …
“Loro in casa sono molto forti perché sono una squadra ben organizzata e possono mettere in difficoltà chiunque soprattutto sulle fasce, senza tralasciare il loro reparto offensivo. Noi possiamo vincere, come contro qualunque altra squadra”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X