Civitanovese in campo a Jesi
Cornacchini: “E’ un derby, sarà dura”

SERIE D - Il mister rossoblu dice la sua in vista della sfida di domenica
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
all.-civitanovese-cornacchini-giovanni1-300x198

L'allenatore della Civitanovese Giovanni Cornacchini

di Laura Barbato

Dopo i due pareggi consecutivi con Samb e Santegidiese, domenica la squadra di Cornacchini ha ritrovato l’appuntamento con i tre punti. Contro il Miglianico i rossoblu, a fatica, hanno ritrovato la vittoria che da troppo tempo mancava. Domenica è un po’ la partita che non ti aspetti: l’avversario è quelli da battere, le occasioni ci sono ma non si riesce a concretizzare, se poi ci si mette anche un rigore sbagliato, ecco che la gara si mette in salita, per una Civitanovese che fa il bello e il cattivo tempo. Bella e brutta la squadra di mister Cornacchini: bella perché nonostante tutto cerca sempre la via del gol e brutta per i tanti, troppi errori dal dischetto che inevitabilmente pesano sotto l’aspetto psicologico. Nonostante tutto la classifica sorride, terzi ad un punto dall’Ancona, e qui sorge spontanea la domanda: con un po’ di cinismo in più sotto porta, questa squadra dove potrebbe arrivare? L’imperativo in casa rossoblu è quello di non rimuginare sul passato ma di guardare all’immediato futuro, che vede sulla strada di Buonaventura e compagni la Jesina; non proprio una partita qualunque.

Cornacchini, domenica finalmente la squadra ha ritrovato i tre punti, anche se si è vista una Civitanovese non proprio al meglio …
“ Siamo riusciti a vincere e questo è l’importante, dobbiamo continuare su questa scia di buoni risultati. E’ vero che non siamo riusciti a sfruttare le occasioni che abbiamo avuto ma finché riusciamo a creare buone opportunità va tutto bene, mi preoccupo di più quando questo non accade”.

Anche nelle partite che avete pareggiato, la squadra ha sempre giocato bene …  
“ Contro la Samb abbiamo ottenuto un punto molto importante se consideriamo il fatto che abbiamo affrontato una delle migliori squadre del torneo, perciò considero il pareggio un ottimo risultato. Per la gara di Sant’Egidio, non posso negare che ci sia rammarico, se avessimo segnato quel rigore ora parleremmo di un’altra partita; questo è il calcio”.

Intanto siete al terzo posto; quanto conta per lei la classifica?
“ Andiamo avanti domenica dopo domenica, partita dopo partita, e ripeto finché creiamo delle buone occasioni da rete e finché continuiamo a giocare in questo modo, sarò soddisfatto, quando questo non accadrà mi inizierò a preoccupare. Noi dobbiamo stare tranquilli e non fare il passo più lungo della gamba, perché intorno a noi un giorno c’è un grandissimo entusiasmo e il giorno dopo piovono critiche. Dobbiamo stare tranquilli e pensare a far bene”.

Ha pensato se per caso ci sia una sorta di maledizione sui rigori?
“(Ride, ndr) La prossima volta decideremo a sorte chi lo deve tirare”.

Domenica vi aspetta la Jesina, un derby da non sottovalutare …
“Domenica ci aspetta una partita dura, contro un’ottima squadra che negli ultimi tempi ha cambiato parecchie cose a cominciare proprio dall’allenatore. Non sarà una gara facile, dobbiamo stare attenti perché hanno tutte le carte in regola per metterci in difficoltà, dobbiamo rimanere concentrati ed interpretare bene la gara”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X