Lucrezia Battistini si laurea
campionessa regionale

NUOTO - La giovanissima nuotatrice dell'Energy Splash (11 anni) brucia la concorrenza nei 200 farfalla
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
lucrezia-Battistini2-300x213

Lucrezia Battistini con gli allenatori Marco Romagnoli e Stella Nanetti

Certe giornate di sport non possono essere raccontate, vanno vissute. Le parole non potranno mai descrivere quello che a soli 11 anni una bambina può regalare. Domenica 11 Marzo 2012 si è scritta una delle pagine più belle della giovane vita dell’Energy Splash. L’eroina della giornata è Lucrezia Battistini. Siamo a Grottammare e vanno in scena i Campionati Regionali Invernali di nuoto riservati alla categoria degli Esordienti. La giovane atleta originaria di Tolentino è determinata a portare a casa una medaglia e già dalle prime bracciate si capisce che lo scopo può essere raggiunto. Dopo soli 25 metri c’è già il vuoto dietro di lei, ma Lucrezia continua a spingere, vasca dopo vasca il distacco aumenta, le avversarie sono annichilite. Ma proprio quando il finale sembra scritto a lettere d’oro arriva la doccia fredda. Lucrezia presa dalla trans agonistica sbaglia il conteggio delle vasche e ai 150 metri si ferma convinta di aver terminato la sua fatica. Cala il ghiaccio tra tutti i compagni di squadra che hanno giusto il tempo di capacitarsi di quello che stia succedendo e urlano all’amica di ripartire. Lucrezia si rende conto del suo errore ma ormai sembra troppo tardi, le avversarie si sono rifatte sotto e tutto il suo vantaggio è praticamente azzerato, tanto più che ora deve ripartire da ferma senza lo slancio della virata. Ma è a questo punto che il talento cristallino della giovane atleta si manifesta in tutta la sua potenza. Riparte con la convinzione di potercela ancora fare, resiste per altri 50 metri e tocca la parete prime di tutte le altre. E’ il tripudio, la tribuna dell’impianto di Grottammare sembra non reggere l’urto tanto è l’entusiasmo dei genitori-tifosi. Anche sul bordo vasca la felicità esplode tra gli allenatori e ragazzi dell’Energy. Lucrezia esce dalla vasca stremata, ma consapevole di aver compiuto una vera e propria impresa. Ora non le resta che godersi l’abbraccio di tutti quelli che hanno tifato per lei e di salire sul gradino alto del podio per mettere al collo la medaglia d’oro, che tanto aveva sognato e che ora è diventata realtà.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X