Basket, Naturino ko a Rimini

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
COACH_cervellini_carlo

Coach Carlo Cervellini della Naturino

Più giù di così c’è solo da scavare. Citando una nota canzone di Daniele Silvestri si può descrivere l’attuale condizione della Naturino Sapore di Mare, che, priva anche di Cernivani (la botta alla gamba rimediata domenica scorsa ancora dà dolore al giovane triestino), capitola in malo modo a Rimini contro i Crabs (80-57 il finale). Troppo forte la terza della classe per una squadra orfana dei suoi due principali terminali offensivi (ancora fuori anche Temperini), ed in deficit di fiducia per, almeno, limitare i danni. Eppure la solita partenza veemente sembra lasciar presagire ben altra gara. Frascione e Baldoni si caricano la squadra in spalle e portano la Virtus avanti di 6 in un amen (5-11 al 6’). Resterà l’unica vera fiammata civitanovese. Si accendono Hassan e Silvestrini e Rimini opera il sorpasso appena 2 minuti dopo (14-13). Gennari e Principi reggone bene l’urto sotto le plance e consentono, però, alla Naturino di chiudere il primo quarto ancora avanti di 1 (16-17). Ancora il giovane lungo da Porto Potenza, il cui pieno recupero è una delle poche note liete delle ultime settimane, sigla due canestri in rapida successione per il nuovo +3 (18-21) dopo 2 minuti del secondo quarto, ultimo vantaggio civitanovese nel match. Silvestrini griffa un break di 8-0 che inverte la rotta (26-21), 3 punti di Gennari sembrano tamponare le perdite, ma Caceres e Hassan iniziano ad imperversare nell’area biancoblu ed i Crabs, sul finire del quarto, scappano (40-27). La Virtus non rientra nemmeno dagli spogliatoi, mollando nettamente la presa. Un parziale di 0-6 avviato da 3 punti di un positivo Ferraro riportano inaspettatamente una Naturino molle e deconcentrata a -9 a metà del terzo quarto (45-36 al 24’), ma è solo un’illusione. Filloy e Bruni martellano dall’arco costruendo un terrificante break di 17-0 che chiude di fatto il match (62-36 al 28’). È una lunga agonia quella degli ultimi 10 minuti, con Rimini a toccare anche il + 28 (69-41 a 9’ dalla sirena col canestro di Gasparin) ed i civitanovesi a trovare tardivi canestri da Frascione. Ora bisognerà attendere i risultati del weekend per capire quanto peserà la sconfitta di ieri sera, ma, comunque, la partita interna di domenica prossima contro Villafranca sa già di ultima spiaggia.

il tabellino:

CRABS RIMINI – NATURINO CIVITANOVA 80-57

RIMINI: Hassan 16, Gasparin 6, Bruni 9, Calegari 2, Caceres 10, Amadori 16, Silvestrini 8, Squeo 4, Filloy 8, Polverelli ne.

CIVITANOVA: Gennari 7, Tessitore 3, Caldarelli, Frascione 18, Baldoni 9, Foresi 9, Principi 8, Ferraro 3, Acquaroli, Cernivani ne.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X