Eleonora Vandi è campione d’Italia
In festa l’Avis Macerata

ATLETICA - L'allieva ha percorso i mille metri in 2' 57' 55", sbaragliando la concorrenza ad Ancona. Nella marcia, splendida medaglia d'argento per Michele Antonelli
- caricamento letture
Vandi-Eleonora

Eleonora Vandi

E’ stata una splendida medaglia d’argento ad aprire il bellissimo week end dei Campionati Italiani Indoor di atletica leggera svoltisi in Ancona sabato e domenica scorsi. E’ quella di Michele Antonelli nella 5 km di marcia conquistata migliorando il record marchigiano junior in  21’52”97. E’ il primo metallo luccicante della specialità nella storia dell’Atletica AVIS Macerata, una medaglia della volontà, della tenacia e della determinazione in una delle prove più impegnative del programma dei campionati, che gratifica un ragazzo cresciuto nel forte vivaio bianco-rosso allenato da Paola Bettucci, in passato campionessa mondiale master della specialità. E’ partita subito alla grande la gara con la fortissima coppia Francesco Fortunato e Vito Mineo a fare l’andatura su ritmi stellari e l’avisino a rimontare posizioni su posizioni fino a transitare a metà gara al terzo posto. Sembrava già una magnifica classifica, ma la squalifica di Mineo, campione d’Italia 2011, un ragazzo che ha già partecipato ai campionati mondiali allievi di Lille (FRA), nell’ultimo chilometro della prova, ha proiettato il bravo Michele al secondo posto dietro il pugliese Fortunato con un un tempo che la dice lunga sui suoi recenti progressi, frutto di un appassionato e giornaliero impegno, in qualsiasi condizione atmosferica. Ma il sabato ha visto anche belle gare di Andrea Corradini nei 400, il ragazzo di Corridonia al suo primo campionato italiano si è ben comportato ottenendo un ottimo 51”37 e il 15° posto. Valida anche la prova di Alessandro Cavalieri nel peso che ha lanciato a m. 13.52  13° class.

Diallo-Mamadou-Bintaa

Diallo Mamadou Binta

La seconda giornata, domenica, è stata memorabile perché ha portato in casa AVIS il primo titolo 2012 per merito di Eleonora Vandi la fortissima mezzofondista pesarese, proveniente dal vivaio dell’AVIS Fano-Pesaro, esordiente in maglia bianco-rossa non ha tradito infatti le aspettative e con un finale travolgente si è aggiudicata la gara dei m. 1000 allieve con il tempo di 2’57”55 ricevendo da Stefano Baldini, un mito dello sport italiano che ha premiato la gara, la maglia di Campione d’Italia. Di Eleonora Vandi si sa già tutto. Allenata dai genitori Valeria Fontan e Luca Vandi, azzurri degli anni 80 (la mamma nei 400 e il papa mei 1500) è uno dei più brillanti giovani talenti dell’atletica leggera italiana. Campionessa Italiana dei m. 1000 cadette nel 2011, la fortissima mezzofondista ha di fatto dominato la scorsa stagione agonistica migliorando anche tre record nazionali. Quest’anno è passata all’AVIS Macerata per iniziare una nuova storia che, a giudicare dall’esordio,  si preannuncia ricca di grandi soddisfazioni. Per il club maceratese affiancare questo giovane talento ed accompagnandolo verso traguardi di vertice rappresenta un impegno stimolante e di una grande responsabilità. Ma Baldini non ha premiato soltanto Eleonora Vandi perché nella stessa specialità, con una bellissima gara ma nella prima serie, è emerso il talento di un’altra giovanissima mezzofondista: Diallo Mamadou Binta, per tutti Binta, che, con un bel salto di qualità ha migliorato il suo record personale vincendo la serie con il tempo di 3”01”46, portandosi al quarto posto assoluto.

Antonelli-Michele

Michele Antonelli

Della ragazza di Passo Treia, allenata da Maurizio Iesari, sentiremo parlare perché dopo il sesto posto ai Campionati Italiani di corsa campestre di fine gennaio a Borgo Valsugana (TN) ha dimostrato, in questa occasione, di avere in gara determinazione e senso tattico per salire in un’altra dimensione. Le due ragazze insieme a Giorgia Micheli e Chiara Cesca hanno poi corso anche una buona staffetta 4 x 200. Fra gli juniores splendido settimo posto per Paola Spina, un ritorno importantissimo per la felicità di Sergio Biagetti perché è stato coronato anche dal nuovo record sociale indoor nei 60 piani. La brava velocista avisina, al primo anno di categoria, ha infatti superato le batterie migliorandosi in 7”83, ma è in semifinale che ha toccato il cielo con un dito perché con 7”78 ha fatto meglio di uno storico record sociale, quel 7”81 di Daniela Reina del 2003. Sempre fra le junior Maria Lina Antinori, prima esperienza con l’ostacolo olimpico, si è ben difesa superando le batterie in 9”54 e migliorandosi in semifinale 9”44. Negli 800 junior Nicola Pasquali è 10° con un buon 2’01”67 e Ilaria Sabbatini ha dimostrato di aver superato un difficile periodo riportandosi su tempi di eccellenza, 13^ in 2’22”63.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =